Federscherma: BEBE VIO NON SI FERMA, ALTRO SUCCESSO IN BRASILE

Non si ferma la striscia di vittorie di Beatrice “Bebe” Vio. L’azzurra conquista il successo sulle pedane brasiliane di San Paolo dove è in corso la tappa del circuito di Coppa del Mondo di scherma paralimpica. La fiorettista delle Fiamme Oro sigla il terzo successo consecutivo dopo quelli di Sharjah e Pisa, ribadendo la propria leadership nel ranking mondiale. La finale della gara di fioretto femminile, categoria B, ha visto la paralimpionica azzurra superare per 15-6 la russa Ludmila Vasileva, dando continuità ai successi maturati agli ottavi contro la georgiana Irma Khetsuriani per 15-3, ai quarti contro la portacolori di Hong Kong, Yuen Ping Chung per 15-8 e poi in semifinale per 15-10 contro la russa Irina Mishurova.
Sfiora il successo invece Alessio Sarri. Nella gara di sciabola maschile categoria B, il campione del Mondo in carica subisce la stoccata del 15-14 in finale da parte del polacco Adrian Castro, conquistando il secondo posto che però lascia un carico di rammarico. Sarri era giunto in finale grazie alle vittorie agli ottavi per 15-0 cotro il canadese Pierre Mainville, quindi ai quarti contro l’unghrese Istvan Tarjanyi per 15-7 e poi in semifinale contro il polacco Grzegorz Pluta col punteggio di 15-12.
Proprio quest’ultimo aveva fermato ai quarti di finale l’altro azzurro, Marco Cima, col punteggio di 15-10. Stop nel primo assalto del tabellone ad eliminazione diretta per Gianmarco Paolucci, eliminato sul 15-8 dal sudcoreano Chunhee Park. Si ferma ai quarti invece l’avanzata di Matteo Betti ed Emanuele Lambertini nella gara di spada maschile, categoria A. I due azzurri sono stati sconfitti nell’assalto per approdare in semifinale, rispettivamente dal tedesco Maurice Schmidt per 15-7 e dal britannico Piers Gilliver per 15-3. Betti, agli ottavi, aveva interrotto la gara di Edoardo Giordan, superando il compagno di Nazionale col punteggio di 15-11. Infine, nella gara di fioretto femminile categoria A Andrea Mogos e Loredana Trigilia escono di scena agli ottavi. La piemontese d’origine romena è stata fermata dalla stoccata del 15-14 portata a segno dall’ucraina Nataliia Morkvych, mentre Loredana Trigilia è stata superata 15-11 dalla portacolori di Hong Kong, Ng Justine Charissa.