Federscherma: CURATOLI CONQUISTA IL PODIO AL GP FIE DI MOSCA

Terzo posto per Luca Curatoli al termine del Grand Prix FIE di sciabola maschile in corso a Mosca.
Lo sciabolatore napoletano conquista sulle pedane moscovite il terzo podio stagionale, fermandosi solo in semifinale al cospetto del numero 1 del ranking, lo statunitense Eli Dershwitz con il punteggio di 15-12. L’azzurro era approdato sul podio grazie al successo ottenuto ai quarti di finale contro il georgiano Sandro Bazadze col punteggio di 15-12. In precedenza, l’atleta delle Fiamme Oro, che aveva esordito superando col punteggio di 15-8 il canadese Fares Arfa e poi nel turno dei 32 il russo Alexander Trushakov per 15-7, si era aggiudicato il derby agli ottavi di finale contro Aldo Montano col punteggio di 15-8. Aldo Montano, dal canto suo, era approdato agli ottavi di finale dopo la vittoria per 15-9 sul francese Sebastien Patrice, che ha fatto seguito al derby d’esordio di giornata vinto per 15-14 contro Luigi Samele. Stop nel turno dei 32 invece per Dario Cavaliere, eliminato per 15-8 dal russo Veniamin Reshetnikov. Lo stesso russo, già iridato 2013, aveva sconfitto all’esordio di giornata l’altro azzurro Enrico Berrè col punteggio di 15-9. Stop nel primo match del tabellone principale anche per Riccardo Nuccio, eliminato dalla stoccata del 15-14 portata a segno dal cinese Rui Dai, e per Leonardo Dreossi, sconfitto 15-7 dal tedesco Matyas Szabo. Nella sciabola femminile, saranno dieci le azzurre che saliranno in pedana domani per affrontare gli assalti del main draw. All’unica sciabolatrice italiana già ammessa di diritto nel tabellone principale, Irene Vecchi, si sono aggiunte immediatamente dopo la fase a gironi anche Michela Battiston ed Arianna Errigo. Per le altre si sono aperte le porte del tabellone preliminare, dal quale sono uscite indenni Rossella Gregorio, Sofia Ciaraglia, Camilla Fondi, Martina Criscio, Caterina Navarria, Rebecca Gargano e Chiara Mormile. Escono di scena invece Eloisa Passaro e Lucia Lucarini. La prima è stata eliminata dalla francese Charleine Taillandier, mentre Lucia Lucarini ha perso per 15-11 l’assalto contro la russa Drodz.