Regione Basilicata: SANITA’, PROCEDURA APERTA PER DISPOSITIVI MEDICI CARDIOLOGIA

Una procedura aperta “per la conclusione di un accordo quadro con più operatori economici per la fornitura di sei diversi lotti di dispositivi medici per procedure di cardiologia invasiva e di interventistica strutturale” è stata indetta dalla Stazione Unica Appaltante della Regione Basilicata (Suarb). Le apparecchiature sono destinate alle strutture dell’Azienda ospedaliera regionale (Aor) San Carlo di Potenza e a quelle dei competenza dell’Azienda sanitaria di Matera (Asm). L’importo dell’appalto ammonta ad 8 milioni e 500 mila euro circa, ed è stato determinato “dal fabbisogno triennale delle aziende ospedaliere di Potenza e di Matera”. Per ciascun lotto verranno individuati fino a tre operatori economici aggiudicatari “collocati alla prima, seconda e terza posizione della graduatoria di merito finale che verrà stilata”. L’accordo quadro per ogni lotto “avrà una durata di 36 mesi, decorrenti dalla data di sottoscrizione”.
La determinazione dirigenziale con la quale è stata avviata la procedura nasce dall’esigenza di “procedere, nell’ambito della spesa sanitaria regionale, a un affidamento centralizzato della fornitura in modo tale da perseguire principi di economicità e di risparmio di spesa” e per contribuire così “a un significativo miglioramento della qualità dell’offerta di prestazioni ai cittadini”. La Stazione Unica appaltante è stata costituita dalla Regione Basilicata “per l’affidamento dei lavori di importo pari o superiore ad un milione di euro”.