Mezzogiorno: SICILIA MAGLIA NERA PER TASSO DI OCCUPAZIONE

“In termini di tasso di occupazione rappresentiamo il peggio della Nazione”. E’ quanto ha sottolineato il direttore della sede di Palermo della Banca d’Italia, Pietro Raffa, presentando i contenuti del rapporto annuale sull’Economia della Sicilia. Dati che mostrano come il numero di occupati, nel 2018, è diminuito dello 0,3 per cento. Il tasso di occupazione siciliano, inoltre, risulta il più basso tra le regioni italiane. “Una volta perso il lavoro – ha sottolineato il direttore Raffa – percentualmente è più difficile ritrovarlo e questo vale soprattutto laddove trascorra un periodo di tempo superiore a un anno”.
In generale, “in un quadro di indebolimento del ciclo economico nazionale e internazionale, l’economia regionale non poteva non risentirne. Abbiamo una serie di indicatori economici negativi. In particolare il valore aggiunto delle imprese industriali rallenta rispetto al 2017. Un contributo positivo è derivato dalle esportazioni di merci (+15,3%), cresciute in tutti i maggiori comparti di specializzazione regionale”.