Pirelli-F1: ISOLA “GARA EMOZIONANTE, PRESTAZIONI MESCOLE POSITIVE”

Max Verstappen si è aggiudicato per la seconda volta consecutiva il Gran Premio d’Austria, al termine di una gara rovente con temperature asfalto arrivate fino ai 58°. Nonostante una brutta partenza dalla seconda posizione in griglia, Verstappen ha recuperato posizioni e ha vinto con una strategia a una sosta medium-hard. “Quella di oggi è stata una gara molto emozionante dall’inizio alla fine, con uno splendido duello tra due dei piloti più talentuosi in Formula 1 – il commento di Mario Isola, responsabile F1 e Car Racing -. Complimenti a entrambi per la bellissima gara. Dal punto di vista dei pneumatici, siamo molto soddisfatti delle prestazioni di tutte e tre le mescole, ognuna fondamentale nella strategia di gara, nonostante temperature asfalto tra le più alte registrate finora in questa stagione. Oggi quasi tutti i piloti hanno scelto una strategia a una sosta, con Lando Norris, sesto al traguardo, che non ha usato la C2 hard. Ora ci concentreremo sul test di sviluppo in ottica 2020, con Alfa Romeo, oggi a punti con entrambi i piloti, impegnata martedì e mercoledì su questo tracciato”.
Partito dalla pole position, Charles Leclerc (Ferrari) è arrivato 2° con una strategia soft-hard. Valtteri Bottas, su Mercedes, completa il podio con un solo pit stop medium-hard. Solo tre piloti nella top 10 sono partiti su pneumatici medium. In totale, 13 piloti hanno scelto questa mescola. Tre team – Red Bull, Haas e McLaren – hanno diversificato le strategie tra i due piloti: uno è partito su soft, l’altro su medium. La lotta tra Ferrari e Mercedes è stata interessante anche dal punto di vista della tattica, con i piloti dei due team che sono partiti rispettivamente su pneumatici soft e medium. Una strategia condizionata in parte anche da due pit stop piuttosto lunghi. A seguito di numerose penalità in griglia, diversi piloti hanno sfruttato al meglio la strategia per recuperare posizioni. Tra questi anche Carlos Sainz (McLaren), 19° al via e 8° al traguardo, grazie a una tattica medium-hard con un primo stint più lungo.
Come detto soddisfacenti le prestazioni delle mescole.
HARD C2: Questa mescola è stata utilizzata da quasi tutti i piloti per il secondo stint, mostrando una grande resistenza alle temperature molto alte di oggi, e consentendo quindi una strategia a una sosta.
MEDIUM C3:  Lando Norris, sesto al traguardo, è stato l’unico pilota a scegliere la medium C3 nel secondo stint, dopo essere partito su C4 soft.
SOFT C4: Sebastian Vettel (Ferrari) è l’unico tra i top drivers ad aver usato questa mescola nell’ultimo stint, con una strategia a due soste.
(ITALPRESS).