Regione Basilicata: BARDI “PROFICUA COLLABORAZIONE REGIONE CORTE CONTI”

“Il giudizio di parifica del rendiconto generale della Regione assume un ruolo ed un valore non meramente formale, bensì evidentemente sostanziale anche ai fini dell’iter conclusivo del ciclo di bilancio dell’ente. Da presidente appena eletto ho contezza dei dispositivi emessi da codesta Corte relativi ai rendiconti degli anni 2015 e 2016. Ho pertanto consapevolezza delle azioni che dovranno essere messe in atto per conseguire l’equilibrio e la sostenibilità tendenziale di bilancio, anche tenendo conto degli esiti della parifica e delle osservazioni”. Lo ha detto il presidente della Regione, Vito Bardi, intervenendo oggi, a Potenza, alla pubblica discussione per il Giudizio di parificazione della Corte dei Conti lucana, relativa al rendiconto generale per l’esercizio finanziario 2017 della Regione Basilicata.
“Colgo l’occasione – ha proseguito – per anticipare con chiarezza e determinazione la ferma intenzione di impegnarci tutti, per far sì che il bilancio della Regione diventi lo specchio e la rappresentazione di una gestione improntata sui canoni della trasparenza, della veridicità e della attendibilità”.

“La declinazione di questo obiettivo – ha detto ancora – passerà per un insieme di misure e di azioni che siano in grado di coniugare la legittimità e la regolarità della gestione, con le misure correttive che si renderanno necessarie e con tutti quegli interventi di riforma finalizzati, nel loro insieme, ad assicurare l’equilibrio strutturale di bilancio, il miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza della spesa. Il mio auspicio – ha concluso il governatore – è che l’odierno giudizio di parifica possa rappresentare l’avvio di un rapporto di proficua e leale collaborazione tra la Regione Basilicata e la Corte dei Conti, al fine di concorrere, ciascuno nell’esercizio delle proprie prerogative e competenze, l conseguimento di quel bene comune che è fonte di ispirazione e al tempo stesso obiettivo di ogni amministrazione pubblica, in attuazione dei principi scaturenti dalla nostra Carta Costituzionale”.