Lombardia: DA REGIONE 100 MILA EURO PER ‘CIAK #INLOMBARDIA’

Ciak, si gira. La Lombardia diventa un grande, fantastico set cinematografico grazie al bando di concorso ‘Ciak #inLombardia’. È quanto ha deliberato la Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell’assessore al Turismo, Marketing Territoriale e Moda Lara Magoni, di concerto con l’assessore all’Autonomia e Cultura Stefano Bruno Galli.

Il bando, con una dotazione finanziaria di 100.000 euro, intende selezionare progetti fotografici e audiovisivi con l’obiettivo di far conoscere nuove location lombarde adatte al cinema, alla televisione, alla fiction e alla pubblicità. Allo stesso tempo, foto e pellicole dovranno promuovere località famose della Lombardia sotto una veste insolita, originale ed attrattiva.

“La Lombardia – spiega l’assessore Magoni – è una meta turistica in grande ascesa. Sempre più visitatori italiani e internazionali ne apprezzano le località d’arte, i paesaggi, i laghi e le montagne, all’insegna dell’efficienza e dell’alta qualità dei servizi offerti. Una location ideale per realizzare film e fotografie d’autore, già scelta da numerosi registi e fotografi top per realizzare pellicole e riprese note in tutto il mondo. E il cineturismo sta dando ottimi risultati in termini di visite, con molti turisti che arrivano nelle nostre città dopo averle potute ammirare sul grande schermo”.

“Ecco perché promuovere la nostra regione attraverso la macchina da presa e gli scatti d’autore rappresenta un’ottima operazione di marketing territoriale – conclude -: permetterà ai visitatori di conoscere anche località meno conosciute ma davvero uniche, che potranno essere valorizzate grazie alla magia che solo il cinema e la fotografia artistica possono regalare”.

“Un concorso per premiare prodotti fotografici e audiovisivi che abbiano l’obiettivo di far conoscere possibili nuove location lombarde per il cinema, la televisione, la fiction e la pubblicità, è sicuramente un’iniziativa meritoria, che va a integrarsi con il già cospicuo impegno attuato dall’assessorato alla Cultura nel settore dell’audiovisivo – sottolinea l’assessore Galli -. Il concorso, che si rivolge in particolare ai giovani di età compresa tra 18 e 35 anni, valorizza la ricerca della Lombardia ‘segreta’, di ambientazioni sconosciute, siano esse montane, lacustri oppure ispirate al grande regista lombardo Ermanno Olmi”.

I criteri di valutazione per la scelta dei progetti migliori saranno: originalità del progetto; qualità tecnica dell’elaborato; efficacia comunicativa.
All’iniziativa possono partecipare i soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni, residenti in Italia o all’estero, che siano studenti o diplomati di licei artistici, accademie di belle arti, corsi universitari, scuole professionali di settore delle arti visive. Sono escluse le persone giuridiche.

Al termine della valutazione degli elaborati sarà stilata una graduatoria. Ai primi classificati è riconosciuto un corrispettivo economico per complessivi 80.000 euro. Sono inoltre previsti quattro riconoscimenti speciali: il ‘Premio Lombardia Segreta’, dedicato ai progetti che meglio rappresentano luoghi e destinazioni poco conosciute o località famose immortalate da una prospettiva originale e insolita (per la fotografia previsto un corrispettivo economico di 2.000 euro, per il video di 7.000 euro); il ‘Premio Ermanno Olmi’, per i progetti legati ai luoghi e alle destinazioni scelte dal noto regista nei suoi film (per la fotografia corrispettivo economico di 2.000 euro, per il video di 7.000 euro); il ‘Premio Montagna’, dedicato ai progetti che meglio rappresentano le montagne della Lombardia (per la fotografia 2.000 euro, per il video 7.000 euro); il ‘Premio Lago’ per i progetti che meglio valorizzano i laghi lombardi (per la fotografia 2.000 euro, per il video 7.000 euro).