Regione Basilicata: UN BANDO PER PROMUOVERE RASSEGNE E FESTIVAL DI CINEMA

Sarà pubblicato a breve un avviso pubblico per il “Sostegno alla realizzazione di Festival audiovisivi”, che metterà a disposizione 150 mila euro per lo sviluppo del settore cinematografico lucano. La giunta regionale della Basilicata, infatti, ha approvato il relativo schema di bando, che ha l’intento di “incentivare e valorizzare il ruolo dei festival e delle rassegne cinematografiche, favorendo lo sviluppo della cultura cinematografica territoriale, anche attraverso organizzazioni di reti stabili di formazione, produzione e diffusione”. Con il provvedimento, l’esecutivo ha demandato all’Ufficio Sistemi Culturali e Turistici-Cooperazione Internazionale della Regione Basilicata, gli atti conseguenti per arrivare alla pubblicazione dell’avviso, quale atto integrativo della linea di intervento “Sensi Contemporanei -Lo sviluppo dell’industria audiovisiva nel Mezzogiorno”.
“Il supporto a manifestazioni di alto profilo culturale trova giustificazione – è specificato nello schema di bando – nella considerazione che i festival e le rassegne cinematografiche legate al settore audiovisivo siano strumenti specifici atti a promuovere la cultura cinematografica e audiovisiva, anche al fine di accrescere l’audience e qualificare la conoscenza e la capacità critica da parte del pubblico, nonché in grado di determinare ricadute sul territorio in termini culturali ed economici”. Per l’annualità 2019 l’Ufficio Sistemi Culturali e Turistici-Cooperazione Internazionale intende proseguire nel sostegno delle manifestazioni audiovisive che si svolgono sul territorio regionale. Oggetto dell’avviso è il “cofinanziamento per la realizzazione di eventi che si svolgono sul territorio regionale da almeno due edizioni anche non consecutive ma realizzate negli ultimi quattro anni”.
Destinatari del bando, soggetti privati, associazioni o imprese culturali. La misura del cofinanziamento, erogato a titolo di contributo, in favore dei soggetti beneficiari non potrà essere superiore al 50 per cento del totale dei costi riconosciuti ammissibili: l’importo massimo concedibile non potrà superare i 30 mila euro. Tra gli obiettivi “contribuire a rafforzare la dimensione culturale nell’immagine e nella percezione del Mezzogiorno e in particolare della Basilicata; offrire opportunità alle imprese locali per creare e migliorare i servizi al settore delle industrie creative; arricchire l’offerta di eventi culturali a livello regionale capaci di mobilitare la popolazione locale e flussi turistici; favorire la promozione del cineturismo”.