MedNews: ALGERIA, +5% PRODUZIONE INDUSTRIALE PUBBLICA

Secondo quanto comunicato dall’Ufficio Nazionale algerino di Statistica (ONS), la produzione del settore pubblico in Algeria ha registrato un aumento del 5,6% nel secondo trimestre del 2019, generato da notevoli miglioramenti in numerosi settori, situando la media del primo semestre al 4,9% rispetto allo stesso periodo del 2018. I settori industriali più importanti che hanno contribuito a questa performance sono le industrie siderurgiche, metallurgiche, meccaniche, elettriche e elettroniche (con un aumento del 32,6% durante i primi sei mesi del 2019), nonché quelle del cuoio, delle calzature e le industrie chimiche. In dettaglio, la produzione del settore siderurgico e la trasformazione della ghisa e dell’acciaio hanno registrato un aumento del 155%, la costruzione di veicoli industriali del 97,8%, la fabbricazione di beni di consumo elettrici del 64,3%, la fabbricazione di materiali metallici del 46,5% e la fabbricazione di beni strumentali elettrici del 24,4%. 

Alcuni cali sono comunque stati registrati per la fabbricazione di beni strumentali metallici (-72,5%), la produzione e la trasformazione di metalli non ferrosi (-62,8%) e la fabbricazione di mobili in metallo (-9,8%). La tendenza al rialzo iniziata nel seconde trimestre del 2018 per le industrie del cuoio e delle calzature si è confermata nel primo trimestre del 2019 e ha raggiunto una crescita di oltre il 15%, sopratutto per i beni intermedi (+20,2%). La produzione nel settore delle industrie chimiche è aumentata del 7,2% nel primo trimestre del 2019 rispetto allo stesso periodo del 2018. Tale aumento è dovuto essenzialmente al miglioramento dell’attività della filiale chimica organica (+112,6%), alla fabbricazione di altri beni intermedi in plastica (27,4%), alla fabbricazione di altri prodotti chimici (24,3%) e infine alla fabbricazione di prodotti farmaceutici (+3,5%). La produzione del settore dell’energia (elettricità) ha registrato un aumento del 7,3% nel primo semestre del 2019 rispetto allo stesso periodo del 2018. 

(ITALPRESS/MNA)