Federscherma: DUE ARGENTI E DUE BRONZI PER SCIABOLATORI AZZURRI AI MONDIALI MASTER

Si chiude con un carico di medaglie in dote ai portacolori azzurri la seconda giornata di gare dei Campionati del Mondo Master di scherma, in corso a Il Cairo. L’Italia aggiunge alla medaglia d’oro conquistata nel giorno d’esordio da Riccardo Carmina, altre quattro medaglie: quella d’argento che va al collo di Stefano Lanciotti nella sciabola maschile categoria 50 e le tre di bronzo vinte da Oliver Emmerich tra gli sciabolatori categoria 50 e da Alberto Feira Chios e Paolo Busi nella sciabola maschile categoria 60.
Nella sciabola maschile categoria 50 l’Italia piazza due atleti sul podio. Sul gradino d’argento sale Stefano Lanciotti che, dopo aver sconfitto ai quarti il tedesco Hartmut Wrase per 10-9 ed aver piazzato il 10-5 contro lo statunitense Tamas Vidovdzky in semifinale, esce sconfitto col punteggio di 10-5 dall’assalto finale contro l’altro portacolori degli Stati Uniti, Mark Lundborg.
Il neo campione del mondo, in semifinale, aveva interrotto l’avanzata dell’altro azzurro, Oliver Emmerich, col punteggio di 10-6. Disco rosso invece agli ottavi di finale per Filippo Carlucci e per Paolo Benfenati.
Tra gli sciabolatori categoria 60 invece Alberto Feira Chios e Paolo Busi si ritrovano insieme sul terzo gradino del podio. Paolo Busi, che ai quarti aveva eliminato 10-2 l’atleta di Hong Kong Yung Wang Yip, è stato fermato dal francese Geza Kas col punteggio di 10-8. Alberto Feira Chios, invece, è stato sconfitto per 10-4 dallo statunintense Joshua Runyan nell’assalto di semifinale, al quale aveva avuto accesso grazie al successo nel derby azzurro dei quarti contro Giulio Paroli, superato col punteggio di 10-5. Era uscito di scena nel turno dei 16 infine Enrico Antinoro.
Nella terza gara di giornata, quella della sciabola femminile a squadre, l’Italia ha chiuso al sesto posto. La formazione azzurra composta da Claudia Bandieri, Margherita Camerin, Iris Gardini, Gabriella Lo Muzio e Concetta Talamo è stata sconfitta 30-28 ai quarti dall’Australia.