MATTARELLA “VIGILI DEL FUOCO E SANITÀ ESEMPI SOLIDARIETÀ”

“Vigili del fuoco e sanità sono due versanti che si assomigliano, perchè intervengono su stati di necessità di aiuto: la salute e per chi ha problemi di emergenze e calamità. Sono due esempi della capacità della nostra società di organizzare la mutua solidarietà istituzionalmente sostenuta”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Catania, dove ha partecipato, dapprima, alla cerimonia di chiusura delle celebrazioni dell’80^ anniversario della fondazione del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, al Teatro ‘Vincenzo Bellini’. Il Capo dello Stato si è poi recato nel quartiere Librino per l’inaugurazione dell’ospedale San Marco.

Mattarella, nel capoluogo etneo, ha conferito la medaglia d’oro al Merito civile alla bandiera del corpo nazionale dei vigili del fuoco. La cerimonia si è svolta al teatro ‘Bellini’, alla presenza del ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, del capo dipartimento, prefetto Salvatore Mulas, e del capo dei vigili del fuoco, Fabio Dattilo. Nel corso della cerimonia è stato rivolto un pensiero ai pompieri morti ad Alessandria (Antonino, Marco e Matteo) e a tutti coloro che hanno perso la vita nello svolgimento del proprio dovere.

“Nel corso degli 80 anni di attività il corpo nazionale dei Vigili del fuoco, con generosa abnegazione e straordinario impegno, ha quotidianamente assicurato le fondamentali missioni del soccorso pubblico e della difesa civile, a salvaguardia della vita umana, dell’incolumità pubblica, dell’integrità dei beni e dell’ambiente, entro i confini nazionali e in territorio estero – si legge nella motivazione -. Il personale tutto con esemplare coraggio ed encomiabile slancio solidaristico, è intervenuto con tempestività ed efficacia, anche con l’ausilio di mezzi e strumenti tecnologici sempre più sofisticati, in tutti gli scenari emergenziali, salvando migliaia di persone, recuperando beni, anche di pregevole valore artistico, e mettendo in sicurezza numerose e importanti strutture”.

“Per la straordinaria vocazione all’altruismo e la naturale prossimità anche alle giovani generazioni, sempre più coinvolte in percorsi educativi sulla prevenzione degli incendi e sulla sicurezza per l’incolumità pubblica – conclude la motivazione – il corpo nazionale dei Vigili del fuoco ha suscitato l’unanime gratitudine e ammirazione del Paese e della Comunità internazionale, rinsaldando, in ogni occasione, il profondo legame con le popolazioni”.

Il presidente della Repubblica ha poi raggiunto il nuovo ospedale San Marco nel quartiere periferico di Librino. Assieme al capo dello Stato erano presenti, tra gli altri, il governatore siciliano Nello Musumeci e l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza.

“Vorrei rivolgere un saluto ai medici e a tutto il personale di questo grande ospedale” per “la considerazione che ha nei confronti del paziente” facendo “registrare alcune punte di autentica eccellenza nella ricerca scientifica sanitaria internazionale per i risultati e i successi ottenuti”, ha detto Mattarella, nel corso della cerimonia di inaugurazione.

“È importante l’attività che qui si svolge – ha aggiunto il capo dello Stato – e questo ospedale rappresenta per Catania, la Regione e il nostro Paese uno dei tasselli importanti del sistema sanitario nazionale e della frontiera della cura del paziente da parte della nostra struttura sanitaria. Questo ospedale rinverdisce una lunga tradizione, è del 1336 il primo documento che attesta la storia ospedaliera di Catania. Questo ospedale la traduce nella modernità dei suoi impianti e la proietta nel futuro e la responsabilità è grande e anche il merito è grande”.
(ITALPRESS).

L’articolo MATTARELLA “VIGILI DEL FUOCO E SANITÀ ESEMPI SOLIDARIETÀ” proviene da Italpress.