Come avere il visto per la Russia

Se vuoi recarti in Russia per turismo, per studio o per lavoro, ciò di cui hai bisogno è evidentemente un visto che possa permetterti di spostarti regolarmente e comodamente nel Paese.

Ma come avere il visto per la Russia? Quali sono le caratteristiche di questo documento? Come ottenerlo nel modo più semplice?

Cos’è il visto per la Russia

Cercando di rispondere nel modo più rapido a ogni dubbio, iniziamo con il rammentare che il visto per la Russia è un’autorizzazione che ti permette di entrare, rimanere e muoverti nel territorio russo. Viene generalmente integrato nel passaporto ed è obbligatorio per tutti gli italiani che desiderano andare nel Paese.

Quanti tipi di visto esistono

Prima di comprendere che cosa puoi fare per avere il visto per la Russia, devi capire quale dei 7 tipi di visti necessiti:

  • turistico: si tratta del visto più diffuso, emesso per un massimo di 30 giorni;
  • affari: viene destinato a chi deve rimanere in Russia per motivi professionali e di carattere commerciale / business;
  • studio: emesso per studiare nella Federazione Russa;
  • lavoro: è il visto consegnato a chi deve lavorare in Russia;
  • umanitario: un visto per permanenze legate a scambi culturali, di carattere sportivo, tecnico-scientifico, sociopolitico, religioso o per missioni umanitarie;
  • viaggi privati: emesso per chi ha interessi diversi;
  • transito: come intuibile, per il transito ad un Paese di destinazione attraverso il territorio della Federazione Russa.

Come si richiede il visto per la Russia

Il visto per la Russia si può richiedere sia nei consolati dell’ambasciata russa in Italia, sia nei centri che si occupano di tali procedure burocratiche.

Quanto costa il visto per la Russia

Il costo del visto per la Russia è di circa 35 euro, con sovrapprezzo nel caso di richiesta urgente e nel caso in cui si ricorra all’intermediazione di qualche operatore che possa curare per te tale procedura. Tieni conto che richiedere il visto non è affatto difficile, ma se non vuoi impegnarti in questa operazione puoi pur sempre ricorrere alle agenzie private che si occuperanno di tale processo per conto tuo.

A questi costi “base” dovrai aggiungere anche l’onere per l’ottenimento di altri documenti comunque importanti e/o necessari, come la lettera di invito o VISA support, ovvero la conferma di accoglienza del turista. Nel caso di visto turistico la lettera dovrà essere fornita dall’hotel, gratuitamente. In caso contrario (la prassi è ben diversa) dovrai pagarla al prezzo di circa 10-20 euro. Nel caso in cui il visto sia per affari, allora la lettera dovrà essere fornita gratuitamente dall’azienda russa.

Altro procedimento che ti consigliamo di tenere a mente è l’ottenimento di un’assicurazione sanitaria: il prezzo di una polizza assicurativa sanitaria dipende dalle coperture proposte e dalla lunghezza del viaggio, ma di norma si aggira in meno di 40-50 euro.

Insomma, considerati i costi per il visto in senso stretto, quello della lettera di invito e quello dell’assicurazione sanitaria, il costo dei documenti necessari per partire regolarmente in Russia si aggira intorno ai 100 euro. Naturalmente, quanto sopra presuppone che tu abbia già un passaporto e che, dunque, non ti debba occupare anche di questa procedura, che andrebbe alzare i costi di ottenimento dei documenti necessari per il viaggio e, evidentemente, anche i tempi necessari per l’espletamento di tutte le pratiche utili per poter staccare il tuo prossimo biglietto verso questo Paese così attraente.

Quando fare la richiesta del visto per la Russia

Anche se i tempi per poter ottenere il visto per la Russia non sono lunghissimi, ti consigliamo di farne richiesta almeno 5-6 settimane prima, in maniera tale da non farti trovare impreparato al momento della partenza.

L’articolo Come avere il visto per la Russia proviene da Italpress.