STICCHI DAMIANI “SI’ A UNA RIVOLUZIONE, MA DOCILE”

“Oggi abbiamo presentato un importante lavoro, ma volevo cercare di puntualizzare un aspetto: abbiamo un problema in Italia perché abbiamo il parco circolante più vecchio in Europa. Dobbiamo muoverci pensando ai 37 milioni di automobilisti. Vogliamo che ci sia una rivoluzione, ma vogliamo che sia docile”. Lo ha dichiarato il presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani, nel corso della 74esima conferenza del traffico e della circolazione nella sede dell’Aci, a Roma, alla presenza, tra gli altri, del premier Giuseppe Conte e del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli. “Grazie di essere qui, è un onore per l’Aci e questa giornata la ricorderemo – ha proseguito Sticchi Damiani – il sogno è che tutti gli italiani possano fare delle scelte senza essere costretti perché l’ambiente è importantissimo, ma la sicurezza è la cosa più importante: le vetture ventennali sono obsolete”. “Oggi è una giornata importante perché siamo arrivati alla fine di un percorso lungo tre anni. Nel 2017 ci ponemmo il problema di dare una informazione corretta agli automobilisti su quello che stava accadendo. Siamo in un momento nel quale bisogna fare delle scelte, ci si affeziona a delle tesi senza averle testate. Ringrazio tutte le persone che hanno lavorato per raggiungere questi obiettivi”. “Siamo alla ricerca delle soluzioni più razionali che abbiano il minor impatto possibile per gli automobilisti – ha concluso Sticchi Damiani – perché noi rappresentiamo 37 milioni di persone, sono i nostri clienti e noi ci rivolgiamo a loro”. “La sfida ambientale, economica e sociale di un paese come l’Italia è individuare politiche che possano portare al rinnovo dell’impatto circolante: in questa ottica l’auto elettrica è una delle opzioni ma devono essere create delle condizioni per una più facile accettazione dei consumatori – ha sottolineato il presidente della Fia, Jean Todt, in un video messaggio – Mi dispiace non essere con voi oggi, per questo importante evento – ha sottolineato il numero uno della Federazione Internazionale dell’Automobile – ma ci tengo a dirvi che da oltre 60 anni l’Aci promuove questo evento che offre un dibattito sulle principali sfide che l’Italia è chiamata a discutere”.
(ITALPRESS).

L’articolo STICCHI DAMIANI “SI’ A UNA RIVOLUZIONE, MA DOCILE” proviene da Italpress.