AGGREDITO AD CATANIA LO MONACO MA SQUADRA IN CAMPO A POTENZA

CATANIA (ITALPRESS) – Il Catania vince a Potenza e approda ai
quarti di finale di Coppa Italia di serie C, ma è caos dopo
quanto avvenuto all’amministratore delegato Pietro Lo Monaco. Il
dirigente è stato vittima di un’aggressione da parte di una decina di ultras etnei a bordo della nave traghetto Messina-Villa San Giovanni durante il viaggio per raggiungere Potenza e seguire il match della squadra. Ferita al volto e occhiali rotti per il dirigente che è rientrato nella sua casa di Villafranca Tirrena, mentre la polizia di Reggio Calabria indaga sull’episodio, anche grazie all’ausilio delle telecamere di sorveglianza. Un’aggressione che il club ha subito definito “prevedibile alla luce dello striscione intimidatorio esposto in citta’ e di quanto denunciato dal nostro amministratore delegato in occasione della conferenza stampa tenuta ieri”. Inizialmente, la società etnea aveva annunciato di non voler giocare la gara in Basilicata, poi dopo qualche ora il passo indietro. Il match ha preso il via con 15′ di ritardo. L’aggressione all’ad degli etnei sarà al centro della riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica convocata in Prefettura. Oltre al prefetto Claudio Sammartino, saranno presenti lo stesso Lo Monaco e i rappresentanti delle forze dell’ordine.
(ITALPRESS).

L’articolo AGGREDITO AD CATANIA LO MONACO MA SQUADRA IN CAMPO A POTENZA proviene da Italpress.