PIRELLI E MINISTERO DELLA GIUSTIZIA PER IL RISCATTO DEI DETENUTI

MILANO (ITALPRESS) – Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, accompagnato dal vice presidente Esecutivo e Ad di Pirelli, Marco Tronchetti Provera, ha visitato il centro di ricerca e sviluppo di Pirelli situato nell’headquarters della società. Il centro, a cui si affiancano altri 12 nel mondo, rappresenta il principale laboratorio di innovazione di Pirelli e si avvale della professionalità di circa 450 ingegneri e specialisti sugli oltre 1.900 impiegati a livello mondiale. La ricerca e sviluppo, cui viene destinato circa il 6% dei ricavi del segmento high value su cui si concentra la produzione Pirelli, costituisce una fase centrale per la nascita di nuovi prodotti tecnologicamente avanzati e sempre più sostenibili. Nel corso della visita è stato anche firmato un protocollo d’intesa fra il ministero della Giustizia – Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e Pirelli finalizzato alla promozione del lavoro per i detenuti da realizzarsi attraverso un programma formativo per la creazione di competenze spendibili nel mondo del lavoro. L’accordo prevede l’impegno delle parti a individuare specifiche attività lavorative da realizzarsi in spazi dedicati all’interno degli istituti penitenziari con l’obiettivo di accrescere le competenze professionali dei detenuti coinvolti in progetti di pubblica utilità e per un futuro inserimento all’interno di Pirelli e, più in generale, nel mercato del lavoro. Il protocollo, le cui modalità esecutive saranno definite entro giugno 2020, e i successivi accordi operativi avranno una validità di tre anni e, con l’accordo delle parti, potranno essere replicati in collaborazione con soggetti internazionali.
(ITALPRESS).

L’articolo PIRELLI E MINISTERO DELLA GIUSTIZIA PER IL RISCATTO DEI DETENUTI proviene da Italpress.