BANCA GENERALI, DUE NUOVE OPERE NELLA COLLEZIONE

Continua l’impegno di Banca Generali nel promuovere il talento degli artisti italiani. L’istituto di credito ha aperto le porte della sede della divisione Private a Milano per presentare due nuove opere che entreranno a far parte della collezione permanente.
Si tratta di un dipinto di Enrico David e una scultura di Francesco Arena, due tra i più promettenti artisti del momento, che sono stati selezionati da Vincenzo De Bellis, direttore Associato del Walker Art Museum di Minneapolis, per il progetto BG Art Talent. L’iniziativa triennale, promossa da Banca Generali, punta a valorizzare la creatività italiana nelle sue varie espressioni artistiche. “Il progetto BG Art talent è nato nel 2018 con l’intento di supportare le giovani generazioni di artisti italiani – ha spiegato De Bellis – L’arte contemporanea e in particolare quella italiana, meritano il sostegno da parte di coloro che si occupano di cultura e di finanza. Purtroppo, negli ultimi anni, l’arte del nostro Paese ha subito una sorta di minor attenzione da parte del mercato internazionale e quindi avere dei player che la supportano e la rendono visibile sia a livello nazionale, che all’estero, è fondamentale”. Enrico David, che ha rappresentano l’Italia alla Biennale di Venezia e Francesco Arena (Biennale 2011) “rappresentano due esempi di artisti italiani che mantengono un forte legame con la tradizione del nostro Paese – ha commentato De Bellis – ma sono in aperto dialogo con tutto il mondo e sono per questo ormai stabilmente presenti nel panorama artistico internazionale”. In “Untitled”, dipinto del 2018, David riflette sulla forma umana attraverso una immagine che sembra apparire dal nulla per successivamente ritornare nel nulla. Il risultato è una raffigurazione enigmatica dove il particolare del volto umano viene trasfigurato fino a diventare quasi una nuvola che porta l’osservatore a riflettere sulla caducità della nostra stessa esistenza terrena. L’altra opera esposta all’interno del cortile dello storico palazzo Pusterla, è intitolata “Quadrato lucido con prima asserzione di Wittgenstein, coppia di frutti e persone occasionali”. L’installazione, realizzata da Arena, si presenta come una lastra di bronzo giallo di due metri per due, lucidato a specchio con inciso sulla sua diagonale la prima delle sette asserzioni al centro del Tractatus Logico-Philosophicus di Ludwig Wittgenstein: “The world is everything that is the case”. La specchiatura dell’opera riflette l’immagine dell’osservatore e vuole portarlo a ragionare sul collage di rapporti legati da tempi diversi: quello eterno del bronzo e della scrittura incisa, quello immobile ma a scadenza della lastra con le melagrane e quello transitorio della sua stessa immagine riflessa. “BG Art Talent arriva alla seconda edizione e s’inserisce in un più ampio contesto di valorizzazione del patrimonio artistico italiano da parte di Banca Generali”, ha commentato Marco Bernardi, vicedirettore generale di Banca Generali. D’altronde “l’Italia è il primo Paese al mondo per numero di siti Unesco, ma solo dodicesimo per investimenti pubblici e privati nel preservare e valorizzare il patrimonio”, ha aggiunto. “Che sia un patrimonio artistico, culturale o finanziario, oggi sempre di più c’è bisogno di porre l’accento su come preservarlo e conservarlo; attraverso questi percorsi di valorizzazione, come BG Art Talent, cerchiamo di farlo anche in settori che non sono i nostri”. “Siamo felici di allargare la nostra collezione artistica con le opere di due artisti italiani tra i più apprezzati nel panorama contemporaneo”, ha dichiarato Gian Maria Mossa, Ad e direttore Generale di Banca Generali. “La loro produzione stupisce non solo per la bellezza e l’eleganza, ma anche per la forza con cui ci porta a riflettere sul senso stesso della nostra esistenza, offrendoci spunti di grande attualità. Vogliamo continuare a promuovere il talento e l’espressività artistica, con una attenzione particolare per quella scuola italiana di cui De Bellis è tra i massimi promotori a livello internazionale”. Le opere saranno visitabili gratuitamente ogni giorno feriale, dal 12 dicembre al 30 giugno 2020, dalle 10 alle 18 presso la sede di Banca Generali in piazza Sant’Alessandro.
(ITALPRESS).

L’articolo BANCA GENERALI, DUE NUOVE OPERE NELLA COLLEZIONE proviene da Italpress.