BALATA “LOTTA AL MATCH FIXING ANCORA PIU’ DURA”

La Lega di Serie B non solo non molla la presa nella lotta contro il match fixing, che svolge con l’Integrity Tour assieme al fianco di Ics e Aic, ma ha intenzione di rendere ancora più ficcante la sua ‘mission’. “Continuiamo a portare avanti questa nostra iniziativa – ha sottolineato il presidente della Lega di Serie B, Mauro Balata, in visita nella sede romana dell’Agenzia di stampa ITALPRESS – facendo riunioni nelle sedi della società, trasmettendo questo messaggio di contrasto anche ai giovani calciatori nei confronti di uno dei problemi più giganteschi che ha non solo il calcio, ma lo sport in generale”. Nell’occasione, Balata ha anticipato una novità: “Nelle prossime riunioni, a partire dal mese di gennaio, avremo con noi, perché stiamo definendo un accordo in tal senso, anche un ulteriore asset, l’unità informativa di contrasto alle scommesse sportive creata con un decreto del ministro dell’Interno e che opera attraverso lo stesso ministero che, con un proprio dirigente rappresentante, il dottor Delfini, sarà presente alle nostre riunioni per dare un messaggio ancora più forte per cercare di far capire come il match fixing, e soprattutto le scommesse illegali, siano un male che va estirpato dalla competizione calcistica”. “La caratteristica della Serie B è la imprevedibilità e la contendibilità delle partite, la prima può giocare alla pari con l’ultima – ha proseguito Balata – Il Benevento sta facendo un grandissimo campionato ma nel giro di pochi punti ci sono tante squadre. Bastano due vittorie per trovarsi in una situazione di classifica totalmente diversa da quella attuale, e questa è una grande risorsa che abbiamo. Siamo cresciuti tecnicamente e il nostro campionato è legato a tutte le zone del nostro paese: fino allo scorso anno il campionato di A non era rappresentato da Napoli in giù e questo è un grande problema per il sistema paese, visto che il calcio è un asset economico importante. Quest’anno c’è il Lecce, che arriva dalla serie B, una società che l’anno scorso ha giocato un calcio champagne e ha un bacino di utenza incredibile. Noi cerchiamo di far questo con tutte le nostre società, mantenendo un rapporto forte tra queste, il territorio e la comunità civile, cercando di trasmettere dei valori virtuosi anche da questo punto di vista”. Anche quest’anno la Serie B riproporrà il ‘Boxing Day’, sperimentato con grande successo: “Giocheremo come lo scorso anno nel periodo natalizio. Abbiamo avuto già dei grandissimi risultati come visibilità, pubblico e interesse, e dunque lo riproponiamo anche quest’anno. Il nostro campionato sta crescendo, come appassionati, seguito e tifosi, e questo è testimoniato dalle risultanze del bilancio integrato presentato qualche giorno fa dalla Figc: il nostro è al terzo posto tra i campionati più attesi dai tifosi italiani, escluse le competizioni come la Champions League, dopo Serie A e Premier League. Un risultato incredibile – ha concluso Balata – dettato da crescita tecnica, imprevedibilità e vicinanza al territorio e da una serie di cose che facciamo per creare maggior interesse e valore attorno alle nostre partite”.
(ITALPRESS).

L’articolo BALATA “LOTTA AL MATCH FIXING ANCORA PIU’ DURA” proviene da Italpress.