PRENDE CORPO IL PROGETTO RETE! IN SICILIA

Prende corpo la sesta edizione del Progetto Rete! in Sicilia. Dopo il grande successo delle ultime stagioni, che hanno visto il territorio siciliano sempre protagonista nell’attività di inclusione sviluppata dalla Federazione, si aggiunge un altro tassello nella progettualità dell’iniziativa rivolta ai minori stranieri accolti nei centri Sprar/Siproimi del nostro Paese. Ad aderire a Rete!, in un’ottica di sinergia con le società del territorio, il Palermo SSD, che nella giornata di ieri ha presenziato all’allenamento della struttura di Torretta a Isola delle Femmine, Comune in provincia di Palermo che ha messo a disposizione il proprio impianto per agevolare l’attività dei 10 giovani calciatori che nei prossimi mesi disputeranno il torneo. Presenti, oltre al Coordinatore regionale del Settore Giovanile e Scolastico, Stefano Valenti, il Responsabile regionale del Progetto Rete! in Sicilia, Franco Nucatola, il tecnico federale Carmelo Mirabile, il Responsabile del Settore Giovanile del Palermo, Rosario Argento e gli allenatori, Giovanni Tarantino e Diego Tutrone. Al termine dell’allenamento, il Sindaco di Isola delle Femmine, Stefano Bologna, che ha reso possibile questa collaborazione ha voluto celebrare un momento conviviale con tutti i partecipanti. La sinergia con il Palermo proseguirà domenica 22 dicembre, con i ragazzi di Torretta che assisteranno alla gara del Campionato di Serie D tra Palermo e Troina. Un messaggio di grande valore, nonché un’opportunità tecnica per i giovani che saranno coinvolti nel Progetto Rete!, che proprio attraverso lo sport, e quindi con la partecipazione attività delle società sportive dei territori interessati, intende a favorire i processi di integrazione tra giovani e la diffusione della pratica sportiva. Obiettivi perseguiti con successo in questi primi cinque anni di attività, che hanno raccontato una crescita progettuale in termini di numeri, partecipazione, sviluppo e risultati: dalle visite mediche agonistiche per tutti i partecipanti, alla possibilità di tesseramento per i club del territorio, passando per un’oggettivo miglioramento tecnico e comportamentale. Proprio per questo motivo, come riporta il Comunicato Ufficiale N. 55 del SGS, per la stagione sportiva in corso, Rete! rientra tra i progetti riconosciuti dal Settore Giovanile e Scolastico per il riconoscimento della società come Scuola Calcio Elite. Di pari passo andrà avanti l’attività di Rete! anche nelle altre regioni e negli altri 51 centri Sprar/Siproimi che hanno aderito all’edizione 2019-2020 del progetto. Una manifestazione che come ogni anno, nell’ottica di un proprio continuo arricchimento, introdurrà alcune novità. Con l’obiettivo di ampliare la parte di gioco, il format di Rete! si articolerà con la consueta Fase Regionale, che prevede gli allenamenti settimanali in loco, una prima Fase Territoriale (marzo-aprile 2020), a cui seguirà una seconda Fase Interregionale (aprile-maggio 2020) che determinerà le 6 squadre qualificate alla Fase Nazionale (giugno 2020). E proprio in Sicilia verrà sviluppata una Fase di Gioco Regionale a livello pilota in Sicilia, che determinerà le partecipanti alla tappa finale dell’intera regione. Sul tema della formazione, per il 2020 è prevista l’attivazione di un Corso di Alta Formazione LEVEL I in Sport e Inclusione destinato agli operatori degli Sprar, agli staff regionali SGS e ad addetti ai lavori da svolgere in modo itinerante nelle regioni del territorio.
(ITALPRESS).

L’articolo PRENDE CORPO IL PROGETTO RETE! IN SICILIA proviene da Italpress.