SANREMO GIOVANI, ESORDIO PER FESTIVAL DI AMADEUS

Con “Sanremo Giovani”, in programma il 19 dicembre sera dal teatro del Casinò, entra nel vivo la marcia di avvicinamento all’edizione numero 70 del Festival di Sanremo. Alle 21.30 su Rai1, Rai Radio2 e RaiPlay andrà in onda infatti l’appuntamento che – oltre a fornire una panoramica sulle nuove tendenze musicali – definirà gli 8 protagonisti della sezione “Nuove Proposte” della 70ma edizione del Festival e darà anche un primo assaggio sulle cinque serate televisive attese a febbraio. Sarà il nuovo direttore artistico e conduttore di Sanremo, Amadeus, a condurre la trasmssione, insieme a una super giuria formata da Pippo Baudo, Carlo Conti, Antonella Clerici, Piero Chiambretti e Gigi D’Alessio, compagine chiamata con i suoi voti a contribuire all’esito finale. Il voto dei super giurati si sommerà infatti a quelli della giuria demoscopica, della commissione musicale (presieduta da Amadeus) e al televoto. Al centro della serata le sfide tra i 10 giovani che hanno superato le semifinali di “Sanremo Giovani a ItaliaSì!”: cinque duelli da cui usciranno 5 nuove proposte per il Festival. Un altro verdetto sarà affidato alla commissione artistica che sceglierà i due artisti provenienti da Area Sanremo, anch’essi in viaggio verso l’Ariston insieme a Tecla Insolia, che si è già guadagnata il pass per il Festival come vincitrice di Sanremo Young.
“Sanremo Giovani” sarà una serata di canzoni e verdetti, ma anche di memoria e spettacolo. Amadeus si muoverà tra canzoni, votazioni e dialogo con i super giurati, inevitabilmente invitati a ricordare, sul filo del divertimento, le loro esperienze sanremesi, che rappresentano alcuni dei momenti che hanno fatto la storia del Festival. Sanremo Giovani sarà anche in onda su Rai Radio2, dalle 21, in diretta dal Teatro del Casinò di Sanremo: una finestra per tutto il popolo della radio, con il commento di Melissa Greta Marchetto. La finale di Sanremo Giovani sarà disponibile anche su RaiPlay. Il programma si potrà seguire in diretta streaming o rivedere on-demand accedendo alla piattaforma digitale. “Non vedo l’ora che arrivi febbraio. E’ un Sanremo importante già dai numeri, è l’edizione numero 70. Quando il direttore mi ha telefonato il 2 agosto scorso per dirmi che ero direttore artistico e presentatore del Festival, ho pensato subito ai giovani. Sono nato con la musica, la ascolto dal mattino alla sera”, ha detto Amadeus.
Teresa De Santis, direttrice di Rai1, sottolinea l’importanza del grande evento: “Questa per noi è un’occasione molto importante, è la 70ma edizione. E’ un Festival di Sanremo che più di altri vuole guardare al futuro. Il precedente è stato il Festival più social e Rai1 ha avuto la capacità di lavorare su un asset strategico uscendo dal perimetro del pubblico tradizionale. Amadeus sta mettendo il cuore in quello che sta facendo”. Il direttore e conduttore torna a ribadire l’importanza della musica: “Negli ultimi due anni di Claudio Baglioni c’è stata un’apertura alla musica attuale, quella che viene ascoltata dai giovani, che deve essere rappresentata al meglio sia per quanto riguarda i cantanti in gara sia i giovani. Sono tutti grandi talenti”. I big sono 22 e non aumenteranno ulteriormente: “Ho anche pensato di portarli a 24, ma c’era una questione di tempo. Alla fine la play list dei 22 mi ha convinto, di questi non ero in grado di toglierne neanche uno. Tutti e 22 – sottolinea il direttore artistico – per la prima volta saranno presenti nella serata della Lotteria Italia. Mi piace quando girano questi nomi. La mia play list c’è già”.
(ITALPRESS).

L’articolo SANREMO GIOVANI, ESORDIO PER FESTIVAL DI AMADEUS proviene da Italpress.