VENETO, ZAIA “NON ABDICHIAMO ALLA SANITÀ PUBBLICA”

“La Regione Veneto non abdica alla sanità pubblica. Negli ultimi dieci anni, i finanziamenti della Regione ai privati sono diminuiti, così come è diminuito il numero delle prestazioni. Il Veneto è tra le regioni più virtuose a livello nazionale, con solo il 18 per cento di incidenza del privato. I medici del pubblico hanno possibilità di scegliere, in giorni e orari noti, di effettuare visite in libera professione, nella quali ovviamente si trova spazio prima, perché minori sono i pazienti in lista. È prerogativa di legge, che si sia d’accordo o meno. Dire che la sanità del Veneto viene ceduta al privato è falso”. Sono queste le parole del governatore Luca Zaia, che questa mattina nella sede della Regione, a palazzo Balbi, a Venezia, ha presentato un rapporto sulla sanità privata in Veneto. “Noi curiamo tutti, a prescindere. Non facciamo business incrementando l’immigrazione sanitaria”, ha aggiunto Zaia. Poi, per concludere, il presidente ha detto: “Da noi si curano casi complessi che altre regioni scartano. In ogni caso, non abbiamo dato avvio a nessun ospedale privato”.
(ITALPRESS).

L’articolo VENETO, ZAIA “NON ABDICHIAMO ALLA SANITÀ PUBBLICA” proviene da Italpress.