PROGRAMMI EUROPEI, LE OPPORTUNITÀ PER IL 2020

Le esperienze di apprendimento non formale all’insegna della mobilità all’estero offerte dai Programmi europei per i giovani si rinnovano anche per il 2020, ultimo anno dell’attuale programmazione. Anche nel 2020 saranno 3 le scadenze per presentare i progetti in entrambi i Programmi e saranno coincidenti: 5 febbraio, 30 aprile e 1 ottobre. Per quanto riguarda Erasmus+:Gioventù, ad ognuna delle 3 scadenze sarà possibile presentare proposte in tutte e 3 le Azioni chiave per progetti di Scambi di giovani, Mobilità per animatori giovanili, Progetti per il dialogo tra giovani e decisori politici, con un distinguo per l’Azione chiave 2 – Partenariati strategici nel settore Gioventù: le scadenze di febbraio e di ottobre saranno dedicate ai Partenariati strategici per lo Scambio di Buone Pratiche, mentre la scadenza di aprile sarà riservata unicamente ai Partenariati strategici per l’Innovazione.
I giovani fra 13 e 30 anni sono i partecipanti del settore Gioventù, con un ampliamento dell’età ammissibile per quanto riguarda gli animatori giovanili e gli esperti del settore dell’educazione non formale. In merito al Corpo europeo di solidarietà, in tutte e 3 le scadenze sarà possibile presentare Progetti di volontariato, Progetti di tirocinio e lavoro, Progetti solidarietà. Le proposte sono elaborate da organizzazioni/enti accreditati e propongono esperienze di volontariato, tirocinio o lavoro ai giovani fra 18 e 30 anni iscritti al Database del Corpo europeo di solidarietà. Nel caso dei Progetti di solidarietà sono, invece, i giovani stessi iscritti al Database che, in forma di gruppo informale e senza bisogno di accreditamento, presentano progetti all’Agenzia nazionale del proprio Paese. Sul sito dell’Agenzia Nazionale per i Giovani sono disponibili tutti i contenuti e gli strumenti di partecipazione ai due Programmi.

L’articolo PROGRAMMI EUROPEI, LE OPPORTUNITÀ PER IL 2020 proviene da Italpress.