FONDI UE, LA PUGLIA RAGGIUNGE IL TARGET DI SPESA

Il Programma operativo POR Puglia FESR – FSE 2014/2020 ha raggiunto e superato il target di spesa previsto a dicembre 2019, certificando alla Commissione europea una spesa pari a 1.922.268.212 euro (totale quota pubblica), di cui 1.538.329.888 euro a valere sul FESR e 383.938.325 euro sul FSE (rispetto all’obiettivo previsto per evitare il disimpegno delle risorse la spesa certificata è risultata superiore di oltre 80 milioni di euro). Rispetto a dicembre 2018 è stata certificata una spesa aggiuntiva pari a 616.014.753 euro (di cui 510.960.680 euro a valere sul FESR e 105.054.074 euro sul FSE). La Puglia, spiega una nota della Regione, “si conferma ancora una volta una regione particolarmente attenta all’utilizzo dei fondi comunitari, grazie al significativo impegno svolto da tutto il personale delle strutture regionali direttamente impegnate, nonché al lavoro di tutti i soggetti beneficiari dei progetti ammessi a finanziamento che hanno consentito di conseguire obiettivi di spesa particolarmente impegnativi”.
“L’efficienza della Regione nel raggiungere e superare gli obiettivi di spesa dei fondi comunitari – spiega il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano – è un orgoglio di questa Amministrazione, attenta a non sprecare un solo euro di fondi indispensabili alla crescita economica e al rinnovamento infrastrutturale in tutti i campi. La capacità di spesa calibrata sulle esigenze del territorio è un moltiplicatore per le azioni previste dal programma di governo. La virtuosità della gestione ci permette di andare a testa alta in Italia e in Europa, con evidenti ricadute sui servizi e gli incentivi per cittadini, istituzioni e imprese”.
“Sono molti i fiori all’occhiello della stagione di questi fondi comunitari – commenta l’assessore a Bilancio e Programmazione, Raffaele Piemontese – con gli stanziamenti UE riusciamo a finanziare l’innovazione delle imprese, i progetti giovanili, lottiamo contro il rischio idrogeologico e investiamo in cultura. Dobbiamo continuare così e far sempre meglio”.

“La notizia dell’avvenuto raggiungimento e superamento, per la Regione Puglia, del target di spesa dei fondi europei previsto al 31 dicembre 2019, rappresenta certamente la conferma dell’ottimo lavoro che il Governo regionale, assieme a tutta la struttura burocratica e amministrativa, sta compiendo nell’utilizzo delle ingenti risorse comunitarie destinate alla nostra regione e necessarie a sostenere e incentivare la crescita e lo sviluppo del nostro territorio – afferma l’assessore allo Sviluppo economico Mino Borraccino -. Alla data del 31 dicembre 2019, la Regione Puglia ha certificato alla Commissione Europea una spesa a valere sul Programma Operativo POR Puglia FESR – FSE 2014/2020 pari a poco meno di 2 miliardi di euro, superando l’obiettivo previsto di oltre 80 milioni di euro ed evitando così il rischio di disimpegno delle risorse. Questi numeri attestano come la Puglia rappresenti un modello di riferimento nella spesa dei fondi comunitari e una Regione particolarmente virtuosa e attenta all’utilizzo di queste risorse che dimostra di saper utilizzare in maniera efficace”.
“Per quanto riguarda, più direttamente, le risorse del POR 2014-2020 che interessano l’assessorato allo Sviluppo economico che ho l’onore di guidare, sono particolarmente soddisfatto – sottolinea Borraccino – per i lusinghieri risultati in termini di certificazione della spesa che riguardano l’Asse I (“Ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione”) e l’Asse III (“Competitività delle piccole e medie imprese”) e, per questo, ringrazio il Direttore del Dipartimento “Sviluppo Economico”, Prof. Domenico Laforgia, assieme ai Dirigenti e a tutto il personale dell’assessorato. Attraverso i molteplici strumenti di incentivazione che la Regione, soprattutto tramite la sua società in house “Puglia Sviluppo”, ha attivato in questi anni a valere su queste risorse, infatti, stiamo fornendo un ausilio concreto e molto efficace al sistema produttivo pugliese supportando tantissime aziende, di qualunque dimensione, nella realizzazione dei loro progetti in Ricerca e Sviluppo, internazionalizzazione, innovazione di processo e di prodotto, miglioramento nell’accesso al credito, dando in questo modo un impulso significativo allo sviluppo del territorio e determinando al contempo ricadute molto positive in termini di crescita occupazionale”.
“Sono molto orgoglioso – conclude Borraccino – per il lavoro che stiamo realizzando che, sono certo, proseguirà con la stessa forza e determinazione anche nei prossimi mesi. La strada tracciata per il benessere della Puglia e della collettività è stata tracciata. Occorre, ora, perseguirla fino in fondo”.
(ITALPRESS).

L’articolo FONDI UE, LA PUGLIA RAGGIUNGE IL TARGET DI SPESA proviene da Italpress.