AUDI INTELLIGENCE EXPERIENCE, AUTO DIVENTA EMPATICA

Dai visionari concept delle vetture del futuro alle tecnologie avveniristiche già mature per la produzione in serie. Audi, al Consumer Electronics Show (CES) 2020, anticipa le linee della mobilità di domani e dedica inedite soluzioni hi-tech ai modelli attuali. Il CES, la più importante rassegna mondiale dedicata all’elettronica di consumo, in programma a Las Vegas dal 7 al 10 gennaio 2020, vedrà Audi presentare la show car AI:ME, avanguardia assoluta nella personalizzazione del rapporto tra auto e utente, oltre a molteplici soluzioni futuristiche tra le quali spiccano la tecnologia empatica Audi Intelligence Experience e l’innovativo head-up display 3D basato sulla mixed reality. Una lounge su ruote per le megalopoli del futuro: elettrica, a guida autonoma e integralmente connessa, in grado di adattarsi agli stati d’animo e alle condizioni psicofisiche dei passeggeri, permettendo loro di organizzare il tempo a bordo in funzione delle preferenze personali e attingendo a una vasta gamma di avanguardistici sistemi hi-tech per la comunicazione, l’entertainment o, semplicemente, il relax.

Ecco la carta d’identità della concept Audi AI:ME, protagonista al Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas 2020. Un palcoscenico dove la Casa dei quattro anelli svela inedite soluzioni e tecnologie che costituiscono un’anticipazione della mobilità di domani. Audi AI:ME si presenta come un confortevole ed empatico “terzo ambiente di vita” che si aggiunge all’abitazione e al luogo di lavoro. La gestione dei sistemi di comunicazione e connettività avviene grazie all’oculometria – il controllo mediante lo sguardo, o eye tracking – e ai comandi vocali. Il passeggero può dialogare in modo intuitivo con la concept elettrica, ad esempio per ordinare il cibo preferito. Due piccole telecamere a infrarossi, una per il guidatore e l’altra dedicata al passeggero anteriore, osservano i movimenti tanto degli occhi quanto dei muscoli orbicolari riconoscendo l’esatta direzione dello sguardo. I passeggeri confermano gli input tramite campi sensibili al tocco in corrispondenza dei listelli sotto i finestrini (remote touch). Tali comandi si trovano in posizione perfettamente ergonomica e sono integrati nelle superfici, così da risultare invisibili.

Solo all’avvicinamento della mano, il sensore di prossimità attiva una specifica funzione d’illuminazione che identifica le superfici funzionali. A bordo di Audi AI:ME è possibile godere di un’esperienza all’insegna del benessere: sono presenti due visori VR per la realtà virtuale, grazie ai quali i passeggeri replicano l’esperienza di muoversi attraverso un rilassante paesaggio montano. Una tecnologia a carattere immersivo, dato che i movimenti dell’auto vengono integrati nel mondo virtuale. Il viaggio a bordo di AI:ME si trasforma così in un’esperienza unica, assimilabile a una wellness-lounge. E una volta giunti a destinazione, si torna piacevolmente al mondo reale: il pasto ordinato mediante eye tracking viene recapitato puntualmente, dato che Audi AI:ME conosce autonomamente l’indirizzo di destinazione e l’orario d’arrivo dell’utente, coordinando la consegna.
(ITALPRESS).

L’articolo AUDI INTELLIGENCE EXPERIENCE, AUTO DIVENTA EMPATICA proviene da Italpress.