ROSSI “L’ACQUA DEVE TORNARE PUBBLICA”

Per far tornare la Toscana a essere una regione ad acqua pubblica, “ho una proposta di legge pronta”. “Se vorranno approvarla in questa legislatura, è pronta. Se invece la si vorrà rimandare alla prossima, benissimo, i cittadini e il gruppo consiliare sapranno che c’è una volontà precisa in questo senso”. Lo ha affermato il governatore della Toscana, Enrico Rossi, parlando con i giornalisti a margine di un convegno in svolgimento a Palazzo del Pegaso, a Firenze.
Sull’utilizzo dell’acqua “c’è stata una fase in cui anche l’ingresso di capitale privato e know-how privato è stato utilissimo, perché ha cambiato la natura di certe aziende. Adesso le stesse sono efficienti, sanno lavorare e non abbiamo più una situazione da definire come ‘drammatica’. Credo che, per rispetto della volontà dei cittadini ma anche per una convinzione profonda mia, il ritorno all’acqua pubblica sia fondamentale per una semplice ragione, che è questa: l’acqua è una risorsa importante, una risorsa limitata ed è preferibile che l’acqua sia nelle mani delle comunità locali, in una dimensione ovviamente adeguata”, ha aggiunto Rossi.

“La nuova dimensione non può essere quella del ritorno dei Comuni, del servizio ‘in house’: devono esserci società che sappiano governare fra l’altro i problemi dei bacini acquiferi, che sono di dimensioni regionale quantomeno, come i nostri, e che sappiano governare questa risorsa seguendo anche una logica non solo dell’emungimento, non sono dell’adduzione ma anche del risparmio e della riparazione. C’è stata tanta dispersione in questo settore”, ha chiarito il presidente della Regione Toscana.
“Noi avevamo fatto anche una serie di conti e i conti tornavano senza neanche bisogno di aumentare le tariffe. Possiamo, attraverso un processo, liquidare le diverse aziende private”, che attualmente gestiscono l’acqua, “utilizzando profitti che ogni anno si producono e quindi, nell’arco di un periodo di tempo non lunghissimo, a mano a mano che le concessioni vanno a scadenza, ritornare totalmente all’acqua pubblica in Toscana”, ha concluso Rossi.

L’articolo ROSSI “L’ACQUA DEVE TORNARE PUBBLICA” proviene da Italpress.