BERRETTINI AL SECONDO TURNO AGLI AUSTRALIAN OPEN

Matteo Berrettini non tradisce le attese. Nonostante una storta patita sabato in allenamento con Djokovic, il 23enne tennista romano, numero 8 del mondo e del tabellone, apre alla grande il programma sulla Melbourne Arena degli Australian Open, primo Slam stagionale in corso sul cemento ‘aussie’. L’azzurro, alla terza partecipazione di fila allo Slam australiano ma alla prima da top ten in un Major, ha battuto per 6-3 6-1 6-3, in un’ora e 54 minuti di gioco, l’australiano Andrew Harris, 25 anni, numero 162 Atp e in gara con una wild card, firmando il suo primo successo nel main draw australiano. Prestazione abbastanza convincente dell’azzurro che, a parte due palle-break nel quarto gioco del primo set (quando peraltro aveva già strappato il servizio al suo avversario), non ha praticamente concesso nulla. Per Berrettini 11 ace contro 5 doppi falli ed una percentuale non altissima per lui (50%) di prime in campo anche se poi ha ottenuto l’85% dei punti quando ha messo la prima: a referto anche 38 vincenti contro 28 gratuiti. Prossimo avversario per Berrettini, il vincente del match (sospeso per pioggia) tra lo statunitense Tennys Sandgren, numero 68 Atp che a Melbourne raggiunse i quarti due anni fa, e l’argentino Marco Trungelliti, numero 210 del ranking mondiale, promosso dalle qualificazioni. Fuori, invece, Salvatore Caruso che sulla Margaret Court Arena, uno dei tre campi con il tetto, è stato travolto per 6-0 6-2 6-3 dal greco Stefanos Tsitsipas, sesto favorito del seeding. Eliminata anche Martina Trevisan, numero 154 Wta, promossa dalle qualificazioni, che ha ceduto per 6-2 6-4 alla statunitense Sofia Kenin, numero 14 del ranking e del seeding. Interrotti per pioggia e rinviati a domani, martedì, anche i match di Fabio Fognini con Reilly Opelka (lo statunitense è avanti 6-3 7-6 1-0), di Jannik Sinner contro Max Purcell (l’altoatesino è in vantaggio 7-6 6-2 4-4), di Stefano Travaglia contro Cristian Garin (il cileno è avanti 6-4 6-3 1-1) e di Lorenzo Giustino contro Milos Raonic (il canadese conduce 6-2 6-1 5-2). Hanno fatto invece in tempo a timbrare il cartellino il serbo Novak Djokovic e lo svizzero Roger Federer, rispettivamente seconda e terza forza del seeding, mentre in campo femminile avanza la grande favorita, l’australiana Ashleigh Barty, mentre baby Cori Gauff, così come avvenuto a Wimbledon, si aggiudica il derby generazionale con Venus Williams (avanza invece Serena). Domani, in chiave azzurra, attesi i debutti di Lorenzo Sonego, Andreas Seppi, Marco Cecchinato, Jasmine Paolini, Camila Giorgi e la qualificata Elisabetta Cocciaretto.
(ITALPRESS).

L’articolo BERRETTINI AL SECONDO TURNO AGLI AUSTRALIAN OPEN proviene da Italpress.