In un libro le indagini sui morti per amianto

Si è tenuta a Roma, presso il MoMeC- Montecitorio Meeting Centre, la presentazione del libro di Maurizio Ascione dal titolo “Questa capacità di sorridere e di piangere”. Ascione, magistrato della Procura di Milano, autore di numerose indagini sulle morti per amianto nelle fabbriche milanesi, ha dedicato il suo lavoro ai bambini e alla loro spontaneità espressiva, associando la capacità di sorridere e piangere, come recita il titolo del libro, alla volontà di chi, impegnato nelle fabbriche, dimentica che lavoro e salute devono procedere di pari passo. Emerge, dunque, ha spiegato Ascione, “l’apparente contrasto tra l’esercizio dell’attività economica, utile a favorire la crescita di un territorio e il diritto alla salute, quale diritto fondamentale e costituzionale. La mia è una solidarietà estesa verso tutte le vittime: quelle eccellenti, quelle dimenticate, quelle innocenti e quelle colpevoli. Quelle vittime che un Paese come il nostro ha il dovere di ricordare, ma anche di raccontare”.
Oltre all’autore erano presenti il segretario generale dell’Ugl, Paolo Capone; il giuslavorista e vicepresidente del Consiglio di presidenza della Corte dei Conti Gabriele Fava. E’ intervenuto anche il presidente emerito della Corte Costituzionale ed ex ministro di Grazia e Giustizia Giovanni Maria Flick, spiegando che “il libro di Ascione ha posto in evidenza tutti i valori, anche quelli più profondi, che la professione della magistratura può avere”. (ITALPRESS).

L’articolo In un libro le indagini sui morti per amianto proviene da Italpress.