Roma, nuove macchine mangia plastica in 8 stazioni metro

Dopo Cipro, San Giovanni e Piramide Atac prosegue con il suo progetto “+Ricicli +Viaggi” con l’installazione di altri cinque compattatori di raccolta plastica nelle stazioni della Metro. Svelata nella stazione della Metro C Malatesta, dal sindaco di Roma, Virginia Raggi, dal Presidente Atac, Paolo Simioni, dall’assessore alla Mobilità, Pietro Calabrese, e da Corrado Dentis, presidente di Coripet, la società che si occupa dell’istallazione delle macchine mangia plastica, la nuova macchina sarà la prima delle cinque che compariranno entro i prossimi giorni a San Paolo, Termini, Anagnina, Laurentina. Da quando sono comparse le prime macchine in sette mesi sono stati realizzati due milioni e ottocentomila ricicli. I nuovi compattatori saranno più capienti e al tempo stesso sono state decise nuove regole per limitare i conferimenti, in modo da evitare lunghe attese dei cittadini. Per velocizzare le operazioni di conferimento verranno installate, grazie a Coripet, nuove macchine da 400 pezzi a 1800 pezzi per macchina in tutte le otto stazioni, al tempo stesso è stata fissata una limitazione giornaliera di conferimenti a 30 bottiglie/giorno per utente, che è quanto di solito conferisce il 90% degli utilizzatori. Entro il prossimo 10 marzo verranno sostituite anche le vecchie compattatrici.

Le bottiglie conferite in eccesso non genereranno il bonus. Il bonus da 5 centesimi a bottiglia sarà caricato sulle app MyCicero e TabNet Tabaccaio in Rete e da oggi entra nel circuito anche TicketAppy. I viaggiatori potranno accumulare punti senza limiti e scontarli direttamente per l’acquisto di uno o più titoli di viaggio in vendita. Grazie al partner Coripet tutte le bottiglie raccolte torneranno ad essere nuove bottiglie.
“La grande risposta dei cittadini a questa campagna lanciata solo sette mesi fa – ha detto la Raggi – dimostra come basti poco per sensibilizzare le persone sul tema dell’ambiente e avviare un percorso virtuoso di economia circolare. Roma sta facendo scuola in Italia grazie ad un’iniziativa che combina innovazione e semplicità: presto infatti altre città si doteranno di sistemi simili per il riciclo delle bottigliette, proprio sulla scia del successo ottenuto nella Capitale”.

“Siamo più che orgogliosi del grande successo di questo progetto di Atac e Roma Capitale – ha detto Simioni -. Tutto il mondo ne ha parlato. Bottiglie di plastica in cambio di titoli di viaggio: primo concreto esempio di cashback, reso possibile grazie anche ai partner Mycicero e TabNet. Questo il contributo di Atac: un piccolo, ma significativo, passo verso un green new deal. Avanti così”.
“Questa seconda fase – ha detto Corrado Dentis, presidente Coripet – dimostra che il progetto sta funzionando e che i cittadini di Roma hanno risposto con grande partecipazione a questa iniziativa legata alla raccolta selettiva delle bottiglie in pet nelle stazioni della metropolitana capitolina. Possiamo dire – continua Dentis- che Coripet è, all’interno dei soggetti protagonisti di questa operazione, il partner tecnico che chiude il cerchio in quanto forniamo e manuteniamo l’infrastruttura idonea alla raccolta selettiva delle bottiglie, ci occupiamo del ritiro delle stesse e le avviamo a diretto riciclo per farle diventare RPet per nuove bottiglie”.
(ITALPRESS).

L’articolo Roma, nuove macchine mangia plastica in 8 stazioni metro proviene da Italpress.