Coronavirus, salgono a cinque i decessi in Italia

Salgono a cinque i decessi in Italia per Coronavirus. “I deceduti sono 5, si è aggiunto da
pochissimo un decesso in Lombardia, un uomo di 88 anni di Caselle Landi”, ha detto il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, in conferenza stampa. Questa mattina al Papa Giovanni XXIII di Bergamo è morto un uomo di 84 anni, ricoverato da tempo per patologie pregresse.

“Abbiamo un totale di contagiati 219 persone”, ha aggiunto Borrelli. “La mia opinione è che in Italia si è cercato di arginare la diffusione del contagio con misure maggiormente precauzionali nei due focolai e siamo intervenuti con misure impegnative e pesanti. Penso che nel nostro Paese ci sia sicurezza e si possa venire tranquillamente”. Per quanto riguarda la Lombardia, sono 167 i casi “di cui 163 sono i positivi e 4 i deceduti”.

Per il governatore lombardo Attilio Fontana “non è stato fatto nessun errore, si è intervenuti con grande determinazione, è risultato strano per tutti che ci sia stata una così rapida diffusione. Non si riesce a capire anche perchè si è concentrato in quella zona”. Intervenendo a Rtl 102.5, Fontana ha comunque voluto invitare alla calma, spiegando che “i medici con cui ci siamo confrontati per le misure che abbiamo preso hanno detto di non farsi prendere dal panico, ma nemmeno di avere un comportamento imprudente. Bisogna continuare a vivere come se non ci fosse nulla di nuovo, ma evitare comportamenti imprudenti che possano aiutare la diffusione. La vita deve essere quella di tutti i giorni”, ha sottolineato il governatore ammettendo che “nessuno pensava che la diffusione fosse cosi’ aggressiva. Non la malattia, la diffusione. La malattia non va presa sottogamba, ma assolutamente non è grave. Non pensavamo che la diffusione del contagio avesse questa aggressività”.
(ITALPRESS).

 

L’articolo Coronavirus, salgono a cinque i decessi in Italia proviene da Italpress.