Coronavirus, In Lombardia 1.520 casi

“Siamo arrivati in Lombardia a 1.520 pazienti positivi, di cui 698 sono ospedalizzati e 167 in terapia intensiva. In isolamento domiciliare abbiamo 461 e i decessi sono saliti a 55”. Lo ha affermato l’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, nel corso della conferenza stampa di questo pomeriggio convocata a Palazzo Lombardia per fare il punto sull’emergenza coronavirus. “C’è un incremento dei casi positivi, che corrisponde quasi interamente all’aumento delle persone ospedalizzate. Questo anche perché facciamo i tamponi solo a chi viene con sintomi in ospedali” ha aggiunto Gallera.
In merito al bambino di un anno ricoverato al Papa Giovanni XXIII di Bergamo “non è in una situazione particolarmente compromessa. È in patologia neonatale in isolamento. È stato effettuato un tampone che è risultato positivo, ma il bimbo respira autonomoamente. È sotto osservazione, ma non è in una situazione particolarmente difficile”.
“Sul tema dell’area di Alzano Lombardo e Nembro, abbiamo inviato i dati all’Istituto Superiore di Sanità – continua Gallera – È evidente che ci sia un forte incremento di casi nell’area e abbiamo chiesto loro una valutazione e chiediamo loro di suggerire al governo e a noi la migliore strategia. È un dato di fatto che negli ultimi giorni che ci sia stata un’impennata di casi nell’area di Bergamo che è più alta di quella di tutta la regione, anche dei focolai del lodigiano. Se ci dicono che l’unico modo è una zona rossa, allora ne prendiamo atto”.
(ITALPRESS).

L’articolo Coronavirus, In Lombardia 1.520 casi proviene da Italpress.