Brignone ad Are: in palio c’è la Coppa del Mondo

Ancora due giorni di attesa e poi scatterà ufficialmente la tappa di Are della Coppa del Mondo femminile, l’ultimo e decisivo appuntamento della stagione dopo la cancellazione delle finali di Cortina. Gli occhi di tutti saranno puntati su Federica Brignone, attualmente in vetta nella generale, e in lotta per la sfera di cristallo con la statunitense Mikaela Shiffrin (staccata di 153 punti) e la slovacca Petra Vlhova (indietro di 189). La valdostana dovrà da dare il meglio di se per mantenere il primo posto anche al termine delle tre prove previste, precisamente uno slalom parallelo (giovedì 12 marzo), un gigante (venerdì 13 marzo) ed uno slalom (sabato 14 marzo). Nelle ultime stagioni la pista svedese ha regalato a Brignone due podi: nel 2015 la carabiniera è giunta terza nel gigante, mentre tre anni prima (2012) sfiorò addirittura la vittoria centrando la seconda posizione nel medesimo format. Sempre sulla pista svedese si assegneranno le ultime tre coppe di specialità rimaste: Brignone, già vincitrice della coppa di combinata alpina, punta a portare a casa anche quella di gigante dove ha un ampio margine su Vlhova (più 74). Duello Vlhova-Shiffrin per quella si slalom (le separano solo venti punti), mentre può succedere ancora di tutto nel parallelo: guida Vlhova con 113 punti davanti a Clara Direz con 100 e Brignone con 90. Sesta Marta Bassino a quota 78.
(ITALPRESS).

L’articolo Brignone ad Are: in palio c’è la Coppa del Mondo proviene da Italpress.