Positivo membro McLaren che si ritira da GP Australia

Il Coronavirus Covid-19 colpisce anche la F.1, con un meccanico del Team McLaren risultato positivo al tampone effettuato all’arrivo in Australia. Un notizia che ha scioccato tutto l’ambiente all’Albert Park, con la scuderia di Woking che ha deciso di non prendere parte al primo Gran Premio della stagione. “La McLaren Racing ha confermato a Melbourne di essersi ritirato dal Gran Premio d’Australia di Formula 1 2020, dopo il test positivo di un membro del team per il coronavirus. Il membro del team è stato testato e auto-isolato non appena ha iniziato a mostrare i sintomi e ora sarà curato dalle autorità sanitarie locali” si legge nella nota diffuso dalla McLaren. “Il team si è preparato per questa eventualità e dispone di un supporto continuo per il suo dipendente che ora entrerà in un periodo di quarantena.
Il team sta collaborando con le autorità locali competenti per assistere le loro indagini e analisi. Zak Brown, CEO di McLaren Racing, e Andreas Seidl, Team Principal di McLaren F1, hanno informato la Formula 1 e la FIA della decisione. La decisione è stata presa in base a un dovere di cura non solo per i dipendenti e i partner della McLaren F1, ma anche per i concorrenti del team, i fan della Formula 1 e le parti interessate della F1” conclude la scuderia britannica. Ma all’arrivo a Melbourne anche due componenti del Team Haas presentavano uno stato influenzale, che, però, per fortuna, sono risultati negativi al tampone.
(ITALPRESS).

L’articolo Positivo membro McLaren che si ritira da GP Australia proviene da Italpress.