Di Maio “L’Italia non sarà un outlet per imprese straniere”

“L’Italia non diventerà l’outlet di altre nazioni come nel 2008”. Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, in un’intervista al Sole 24 Ore. Co il Dl liquidità, spiega, “l’obiettivo è garantire il massimo sostegno semplificando le procedure. C’è poi tutto il fronte export e commercio estero, su cui come Farnesina stiamo lavorando attentamente”. Per Di Maio “le aziende italiane hanno le potenzialità per recuperare ed è nostro compito fare di più e meglio per adeguare il sistema di supporto all’export alle nuove esigenze. Oggi è partita da parte nostra la convocazione di 12 tavoli verticali che si svolgeranno dal 14 al 21 aprile in sei giornate. L’obiettivo è raccogliere proposte per ripresa e rilancio dell’export. Il patto che ho in mente si basa su un insieme di misure importanti già varate, che potremo rafforzare in sede di conversione del Dl Cura Italia”. Poi, assicura che “lo Stato farà di tutto per assicurare che gli asset strategici nazionali siano protetti. L’Italia non diventerà l’outlet di altre nazioni come nel 2008. Ma è evidente che serve un ruolo forte dello Stato per la fase di ripartenza. Il sistema italiano, la produzione, le quote di mercato devono essere tutelate il più possibile. Non hanno importanza i nomi, ma lo scopo finale: ripartire il più velocemente possibile”.
(ITALPRESS).

L’articolo Di Maio “L’Italia non sarà un outlet per imprese straniere” proviene da Italpress.