Zaia “Stop al limite dei 200 metri per le passeggiate”

“Abbiamo lavorato in questi giorni per una nuova ordinanza. Abbiamo limato molto, cercando di fare una cosa ordinata e rispettosa dei cittadini. Aprire o chiudere le aziende non compete a noi, ma dal Decreto del Consiglio dei Ministri. La mia ordinanza non deve essere vissuta come la fine dell’emergenza”. Lo ha detto il governatore del Veneto, Luca Zaia, nel corso del quotidiano summit sui dati del Coronavirus.
“L’ordinanza è stata fatta tenendo conto di un lockdown soft: si chiudono i Supermercati e le attività commerciali la domenica e nei festivi, le misure per i mercati a cielo aperto alimentari sono confermate, quindi potranno aprire ma con misure cautelative come distanza, mascherine e guanti”, ha aggiunto Zaia.
“Per gli spostamenti da casa bisogna usare le mascherine e devono essere individuali, a meno che non si accompagnino disabili o minori, e comunque è vietata l’uscita di casa a chi ha una temperatura corporea superiore ai 37°. Il 25 aprile e il 1° maggio è autorizzato un picnic solo nella propria proprietà e solo con il proprio nucleo famigliare. L’attività motoria è individuale ed è da svolgersi in prossimità della propria abitazione. Ho tolto il 200 metri di distanza da casa. Utilizziamo il buonsenso”, ha precisato il Governatore.
Zaia ha inoltre specificato che “si conferma la consegna a domicilio di alimentari e pasti e l’apertura di banche, poste, assicurazioni e professionisti, purché si vada su appuntamento e con le mascherine”.
“La vendita di vestiti per bambini, cartolerie e librerie è ammessa solo in negozi dedicati a queste merceologie e solo due volte la settimana. È ammesso il trasporto per portare i rifiuti nei punti di raccolta differenziata. Infine, è ammessa l’opera di pulizia delle spiagge. Confermate le norme sul trasporto pubblico locale”, ha concluso il presidente della Regione del Veneto.
(ITALPRESS).

L’articolo Zaia “Stop al limite dei 200 metri per le passeggiate” proviene da Italpress.