Oroitaly “Per ripartire zero burocrazia e fiscalità di vantaggio”

OroItaly, Associazione che rappresenta in Italia otre 150 aziende orafe, in una lettera aperta al presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte indica quelle che sono le priorità economiche in questo periodo di default dovuto alla pandemia sanitaria.
Sia il presidente Salvio Pace che il segretario generale Gianni Lepre, sottolineano al premier l’importanza di concentrarsi in primo luogo sull’abbattimento della burocrazia e la fiscalità di vantaggio. In particolare, secondo Oroitaly “è essenziale snellire le procedure, ma realisticamente occorre prendere atto che, con l’attuale amministrazione pubblica, non è possibile farlo nei tempi rapidissimi che impone l’emergenza in corso. L’unica strada, dunque, è l’autocertificazione e, nei casi più complessi, la certificazione a opera di professionisti abilitati. Questa svolta consentirebbe alle aziende di avviare o riconvertire in pochi giorni un’attività, promuovendo così lavoro e rilancio economico”.
Inoltre “per un periodo di almeno un anno, andrebbe assicurata la decontribuzione totale per gli addetti dei vari comparti in questione. Occorrerebbe prevedere l’applicazione di un’Iva ridotta e di una tassazione con aliquota unica definita al 10%. Per le imprese che esportano, andrebbe prevista un’esenzione fiscale totale sulla quota di fatturato originata dalle vendite oltre confine”.
(ITALPRESS).

L’articolo Oroitaly “Per ripartire zero burocrazia e fiscalità di vantaggio” proviene da Italpress.