Piccole sorprese firmate Jeep

Una tradizione simile alle uova pasquali appartiene al marchio Jeep, che ha fatto degli “Easter Eggs” un passaggio integrato nel processo di creazione di ogni veicolo, una caratteristica distintiva del design. “Easter Eggs” sono infatti elementi di stile inseriti in modo attento nei veicoli dai designer Jeep per consentire ai clienti di divertirsi a scoprirli nel corso del tempo. Aggiungono un elemento di sorpresa all’esperienza che una vettura nuova regala al proprio proprietario, espandendo i confini del piacere della scoperta. Testimoniano la passione creativa che appartiene ai designer Jeep ed esprimono visivamente il divertimento che ognuno di loro prova nel progettare un nuovo modello. Queste piccole gemme nascoste oltre ad essere uniche ed inaspettate, cambiano da un veicolo Jeep all’altro e si trovano sia sugli esterni che negli interni. In origine gli Easter Eggs erano un’aggiunta grafica estemporanea su un componente standard del veicolo, ma nel corso degli anni sono diventati una caratteristica inconfondibile del design del brand.

Spesso si tratta di dettagli che si rifanno agli stilemi classici Jeep, come la griglia a sette feritoie, o a modelli storici, come la Wrangler, per sottolineare le radici del marchio. In altri casi gli Easter Eggs sono dedicati alla natura o all’avventura. Inoltre, quando presenti nell’abitacolo, sono spesso distribuiti intorno alle aree funzionali, come i vani portaoggetti, che i clienti scoprono all’improvviso nell’uso quotidiano. La tradizione degli Easter Eggs prosegue e i clienti avranno presto l’opportunità di scoprire gli Easter Eggs nascosti nei modelli Jeep Renegade e Compass 4xe prossimi al lancio commerciale.
(ITALPRESS).

L’articolo Piccole sorprese firmate Jeep proviene da Italpress.