Coronavirus, Bonaccini “Bazooka da 14 miliardi di investimenti”

“Un bazooka di investimenti”. Così il presidente Stefano Bonaccini, che questo pomeriggio incontrerà il premier Conte a Piacenza, dopo aver partecipato ai lavori dell’Assemblea legislativa, ha definito il piano economico preparato dalla Regione Emilia-Romagna per ripartire.
Quasi 14 miliardi di euro, in larga parte provenienti da fondi pubblici, a cui si aggiungono cofinanziamenti privati, messi sul piatto da qui al 2022. “Oltre a chiedere – ha sottolineato Bonaccini – l’Emilia-Romagna cerca di fare la propria parte. Questo è un piano di scelte già prese, di risorse che ci già sono e altre che vanno sbloccate: in epoche recessive mi hanno sempre insegnato che servono grandi investimenti per far girare nuovamente la ruota dell’economia. Al primo posto c’è sempre la salute, ma bisogna darsi da fare perché questa terra possa guardare avanti con fiducia”.
Sono cinque gli assi di intervento, che raccolgono circa 6 miliardi di euro, su cui si investirà subito nel 2020: la sanità, la scuola, l’ambiente e il territorio, la mobilità e le imprese, a cui va aggiunto il completamento della ricostruzione post terremoto. Per la sanità, ha spiegato l’assessore al Bilancio, Paolo Calvano, sono pronti investimenti per quasi un miliardo di euro, mentre al capitolo istruzione, sono dedicati oltre 493 milioni di euro per l’edilizia scolastica, con una parte, circa un 10%, riservata all’edilizia universitaria.
All’ambiente e al territorio sono destinati un miliardo e 100 milioni di euro per l’apertura di cantieri contro il dissesto idrogeologico, e la difesa del suolo e per l’efficientamento energetico, mentre un miliardo e 400 milioni saranno investiti in mobilità con l’obiettivo di diminuire i volumi di traffico e di velocizzare il trasporto con infrastrutture. Infine, oltre un miliardo e mezzo di euro sarà riservato alle imprese.
(ITALPRESS).

L’articolo Coronavirus, Bonaccini “Bazooka da 14 miliardi di investimenti” proviene da Italpress.