Fitto “No al taglio delle risorse alle regioni del Sud”

“Le risorse assegnate alle regioni, che dovessero essere utilizzate per l’emergenza Covid, devono essere spese nello stesso territorio regionale al quale sono state assegnate”. Così Raffaele Fitto, eurodeputato di Fratelli d’Italia, illustrando in conferenza stampa l’emendamento approvato in Consiglio regionale della Puglia. “È un emendamento – ha spiegato – che dà molta forza a chi deve andare in Conferenza Stato-Regioni per dire no al taglio delle risorse assegnate alle regioni del sud per darle a quelle del nord”.
“Pensavamo che questa battaglia potesse essere approvata all’unanimità in Consiglio regionale”, ha evidenziato Fitto, aggiungendo poi che ci sono comunque stati “consiglieri di maggioranza che hanno utilizzato la testa e hanno avuto un atteggiamento collegato a un voto di coscienza”.
“L’altra parte dell’emendamento – ha proseguito – è frutto di una proposta che avevo lanciato nei giorni scorsi e indica in modo chiaro una alternativa. Ci sono due voci di spesa per il Mezzogiorno: i soldi europei e il fondo per sviluppo e coesione. Se proprio dovete prendere queste risorse, prendetele sul fondo di sviluppo e coesione e riassegnatele nel giro di uno o due anni sulla stessa fonte di finanziamento. Perché non viene fatto questo? La cosa grave – ha aggiunto Fitto – è che il governo cerca di prendere le risorse europee perché sono fresche, disponibili e in cassa; le risorse nazionali non possono essere spese subito, diversamente non si spiegherebbe”.
“La Puglia – ha proseguito – ha 7,1 miliardi di risorse europee, al momento ne ha impegnati 3,7 e ne ha spesi 1,9, nel programma 2014-2020. C’è il 50% di risorse non ancora impegnate né spese. La Regione Puglia nel fondo sviluppo e coesione ha avuto assegnati 2,7 miliardi per il 2014-2020. Di questi sono stati impegnati 479 milioni e spesi 51 milioni. C’è un problema politico che non va affrontato con le dichiarazioni ma con gli atti. In Consiglio regionale – ha sottolineato – abbiamo presentato l’emendamento con il gruppo di Fratelli d’Italia che consente di condurre e rafforzare la battaglia per non firmare l’accordo con il Governo che regala soldi freschi europei e accetta una promessa di vederseli restituiti sul fondo di sviluppo e coesione”. Per Fitto c’è la “necessità di aprire un dibattito nella regione per capire che battaglia facciamo per difendere queste risorse, chiedendo al governo di avere una risposta. Chiediamo anche – ha aggiunto – alla Regione, a Emiliano di capire come vuole comportarsi su questa vicenda e di discutere delle risorse che sono assegnate alla Puglia e risultano non essere spese”.
(ITALPRESS).

L’articolo Fitto “No al taglio delle risorse alle regioni del Sud” proviene da Italpress.