È “Tempo di IoP”, uniti sul lavoro per ripartire ai tempi del Covid

Per ripartire ai tempi del coronavirus occorre unire le forze, mettendo al centro del lavoro i lavoratori a partire dalla comunicazione interna aziendale. È “tempo di IoP”, di “intranet of people”, capace di parlare alle persone e delle persone come fatto da Siare Engineering, l’azienda di Crespellano-Valsamoggia incaricata il 6 marzo dal premier Giuseppe Conte e dalla Protezione Civile di fabbricare, entro il 31 luglio, 2.350 respiratori per tutta Italia. È questa la chiave di lettura proposta nel libro “Tempo di Iop: Intranet of People” edito a Palermo da Dario Flaccovio: scritto dal giornalista e comunicatore Filippo Poletti, da giovedì 28 maggio il volume sarà presente nelle librerie d’Italia.

L’esperienza maturata negli ultimi tre mesi da Siare diventa, dunque, oggetto di studio in questo libro-ricetta sulla ripartenza ai tempi di Covid-19. “Il modello da seguire su come coinvolgere i dipendenti, giorno dopo giorno, è Siare Engineering: lo hanno fatto internamente i manager Giuseppe e Gianluca Preziosa, rispettivamente presidente e direttore generale, trasferendo al team di Crespellano l’entusiasmo per un’impresa di portata nazionale. Tutto questo traspare anche all’esterno di Siare, sulle pagine social ufficiali presenti su Facebook e LinkedIn, dove da settimane raccontano la grande sfida realizzata a più mani”, analizza Poletti nel libro.

Ancora oggi, assieme alla Ferrari di Maranello e FCA di Cento, Siare sta producendo i respiratori polmonari. Dotata di 35 dipendenti, l’azienda è una delle otto fabbriche al mondo che costruiscono ventilatori elettronici e apparecchiature per la rianimazione. Dei 1.500 dispositivi prodotti dal 9 marzo ad oggi, il 70% sono stati consegnati al Nord, il 20% al Centro e il 10% al Sud. Tutto questo è stato possibile grazie al coinvolgimento dei dipendenti e al gioco di squadra fatto assieme a Ferrari e Fca e, infine, alla collaborazione dell’Esercito italiano che ha messo a disposizione di Siare 25 militari.

Protagonista del libro, con un’ampia intervista, è Gianluca Preziosa, direttore generale di Siare. Commoventi le parole del manager: “Stiamo vivendo questo sforzo fisico con una carica emotiva molto forte. Tutti noi sappiamo dove vanno a finire queste apparecchiature. Eravamo già una grande famiglia: questa impresa ci ha uniti ulteriormente”.

Altro aspetto particolare – prosegue il manager nel libro “Tempo di IoP: Intranet of People” – “è stato aver portato dentro a un’azienda privata un apparato dello Stato, condizione vista solo in tempi della guerra: i nostri ragazzi e i militari sono diventati un corpo unico. Non a caso tutta Siare ha messo sul petto la spilletta della Difesa come se fossimo soldati, scesi in campo per combattere la stessa battaglia a favore della vita umana”.

Pubblicato nel 50esimo anniversario dello Statuto dei lavoratori, celebrato lo scorso 20 maggio, “Tempo di IoP: Intranet of People” propone in 288 pagine l’utilizzo di diversi strumenti di comunicazione interna come la intranet, l’invio di email, WhatsApp, le app e i social media come Telegram. Tra gli imprenditori e i docenti intervistati, oltre a Preziosa, ci sono Valentina Uboldi, responsabile della comunicazione interna del gruppo Eni, Luca Pesenti, docente di sociologia alla Cattolica di Milano, e Francesco Mondora, fondatore dell’omonima azienda di Berbenno in provincia di Sondrio, tra le prime realtà in Italia a ottenere la certificazione di BCorp e quella di società benefit.

“Gli sforzi delle aziende devono essere indirizzati a sviluppare la comunicazione digitale interna al posto di lavoro – conclude Poletti, influencer su LinkedIn e promotore del portale Rassegnalavoro -. Lo possiamo fare con uno storytelling quotidiano focalizzato sull’unità dei collaboratori per il bene comune, sul dialogo aperto, sulla formazione continua, sul benessere delle persone e, infine, sulla sostenibilità. È tempo di mettere al centro delle aziende le persone: così, uniti, potremo ripartire”.
(ITALPRESS).