Confedilizia Catanzaro, al via la due giorni su proprietà privata e libertà

Un percorso di analisi dell’istituto della proprietà nei diversi Paesi europee. “La proprietà privata e la libertà in the world”, il meeting in videoconferenza organizzato da Confedilizia Catanzaro, ha visto susseguirsi importanti ricercatori e professionisti, profondi conoscitori del diritto dei diversi Paesi, dalla Polonia all’Austria, dalla Francia alla Spagna. A fare gli onori di casa, in apertura di meeting, è stato Corrado Sforza Fogliani, presidente del Centro Studi di Confedilizia, che ha voluto sottolineare come “la proprietà sia il presidio principale della libertà”. Il viaggio nella storia dell’istituto giuridico della proprietà fino ai giorni nostri, è stato incentrato sullo stretto legame che unisce la proprietà privata alla libertà, che è alla base del vivere nella società e, in definitiva, della stessa civiltà. Tale connubio favorisce l’ordinato svolgimento delle attività economiche e pone le condizioni per la crescita di un Paese e per l’aumento del benessere delle persone. Proprietà significa anche anche risparmio, sicurezza economica, protezione della famiglia, cura dei beni e del territorio, tutela e valorizzazione del patrimonio storico e artistico.
La prima parte di oggi è stata dedicata a Paesi dell’Unione Europea, mentre domani sarà il turno dei paesi extra-europei: Cile, Russia, Svizzera, Tunisia e Usa. Tre i temi principali toccati: oltre all’interpretazione nazionale del diritto e della tutela della proprietà, i focus hanno riguardato le locazioni e la tassazione. “Come Confedilizia fatichiamo ad avere iniziative, perché dobbiamo passare il tempo a difenderci – ha detto Giorgio Spaziani Testa, presidente nazionale della Confedilizia -. Noi continueremo a contrastare tutti i tentativi di limitare la proprietà. Siamo ottimisti e combattivi”.
(ITALPRESS).