Fvg, da Friulia 18 milioni di investimenti sulle Pmi regionali

TRIESTE (ITALPRESS) – L’assemblea degli azionisti di Friulia, che si è riunita a Trieste alla presenza dell’assessore alle
Finanze della Regione Friuli Venezia Giulia, Barbara Zilli, ha
approvato il bilancio della finanziaria regionale al 31 dicembre
2020.
Si tratta di un bilancio di transizione che considera un periodo
ridotto di sei mesi (dal 1 luglio 2019 al 31 dicembre 2019), a
seguito della delibera dell’assemblea dello scorso dicembre che
ha modificato la data di chiusura dell’esercizio sociale dal 30
giugno al 31 dicembre di ciascun anno, allineandola a quella del
bilancio regionale.
L’assessore ha sottolineato come “pur essendo un bilancio
infra-annuale di raccordo, l’esercizio semestrale ha registrato
un risultato positivo per quasi 156mila euro, riconducibile per
73mila euro alla gestione del patrimonio riferibile alle azioni
ordinarie e per 83mila euro alle azioni correlate, con un impegno
incisivo verso le Pmi regionali secondo l’indirizzo impresso
dagli obiettivi economici della giunta Fedriga”.
Zilli ha poi evidenziato che “Friulia ha lo scopo di concorrere,
nel quadro di una politica di programmazione regionale, a
promuovere lo sviluppo economico della regione, agendo in qualità
di finanziaria di investimento e di capogruppo dell’operazione
holding. Proprio in merito al ruolo di holding di partecipazioni
svolto da Friulia, va evidenziato come il profilo del gruppo si
sia arricchito con una nuova partecipazione nella collegata
strategica Servizi e Finanza FVG Srl (con il 24,51%), acquisita
da Friulia per ampliare l’attività al settore del microcredito
secondo le linee del Piano industriale”.
L’esercizio appena concluso ha visto Friulia impiegare oltre 18
milioni di euro di investimenti in 12 operazioni che hanno
coinvolto diverse realtà del tessuto economico del Friuli Venezia
Giulia. In totale sono stati deliberati circa 29 milioni di euro
in 11 ulteriori operazioni, che saranno ancora più decisivi per
sostenere il rilancio dell’economia nell’attuale momento di crisi
legata al rallentamento delle attività per Covid-19.
Confermando la tradizione di risultati positivi, anche in questo
semestre Friulia consegue un utile netto di 156 mila euro e, al
31 dicembre 2019, vanta interventi per un valore complessivo di
173 milioni di euro (+7% rispetto a giugno 2019) in 94 aziende
partecipate (80% Pmi) rappresentative di 7.300 dipendenti e il
cui fatturato aggregato è pari a circa 2 miliardi di euro. Si
tratta di numeri rilevanti che corrispondono a circa il 7,0% del
fatturato e a circa il 6,5% dei dipendenti delle società di
capitali con sede in Friuli Venezia Giulia.
(ITALPRESS).