Porto di Civitavecchia, accordo per lo sviluppo della ferrovia

ROMA (ITALPRESS) – E’ stato siglato questa mattina il protocollo per lo “Sviluppo e la sicurezza dell’infrastruttura ferroviaria del Porto di Civitavecchia”. Firmatari Rete Ferroviaria Italiana, l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno centro-settentrionale e la Regione Lazio.
Oggetto del protocollo l’ultimo tratto ferroviario che collega la stazione di Civitavecchia e il Porto: Rfi infatti svilupperà la progettazione esecutiva e la realizzazione di una nuova fermata passeggeri in ambito portuale, la realizzazione dell’adeguamento tecnologico e del sistema di protezione della marcia dei treni; gli oneri economici dei lavori, stimati in circa undici milioni di euro, saranno a carico dell’Autorità di Sistema Portuale previo ottenimento dei fondi da parte del Ministero Infrastrutture e Trasporti, la cui istruttoria è partita a febbraio 2018 e ha superato tutti gli esami tecnici.
L’Autorità ha inoltre sviluppato il progetto preliminare per la realizzazione dei nuovi fasci binari ex-Molo Vespucci e di una deviata di collegamento con il Terminal contenitori e quello delle Automotive, per un totale di 18 milioni di euro: intervento che favorirà lo sviluppo del traffico merci nel porto di Civitavecchia.
“Un passo decisivo per il miglioramento dei collegamenti da e per Roma e per il potenziamento dell’intermodalità nel Porto di Civitavecchia, obiettivi strategici sia per lo sviluppo della logistica che per la ripresa del crocierismo”, afferma l’assessore ai Lavori Pubblici e Tutela del territorio, Mobilità della Regione Lazio Mauro Alessandri.
(ITALPRESS).