Roma-Inter finisce 2-2, nerazzurri a -5 dalla Juve

Roma e Inter non vanno oltre un 2-2 che non serve molto a entrambe. Non alla squadra di Fonseca raggiunta all’87’ da un gol di Lukaku su rigore nato da un errore di Spinazzola e difende il quinto posto da Napoli e Milan rimanendo avanti di due lunghezze. Ma neanche agli uomini di Conte che dopo essere passati in vantaggio nel primo tempo con de Vrij si sono fatti rimontare dai gol di Spinazzola e Mkhitaryan e perdono l’occasione per portarsi a -3 dalla Juventus. La squadra di Conte rimane per una notte a -5 in attesa del match dei bianconeri con la Lazio. Al 9’ c’è il primo squillo del match: Handanovic sbaglia l’uscita sugli sviluppi di un calcio d’angolo e Mancini di testa spara a lato a porta vuota. Ma al 14’ l’Inter passa in vantaggio e lo fa col diciottesimo colpo di testa vincente del campionato nerazzurro: Sanchez crossa in area da corner, de Vrij salta tra Kolarov e Spinazzola e spinge la palla in porta. Al 27’ la formazione di Conte ha l’occasione per raddoppiare: Young si fa largo in area e crossa, Brozovic da due passi tocca troppo piano e Pau Lopez blocca a terra. Ma nel finale di primo tempo la regola del gol sbagliato-gol subito punisce l’Inter. E al 46’ c’è il pareggio giallorosso sugli sviluppi di un’azione nata da un contatto sospetto tra Kolarov e Lautaro.
Dzeko scambia con Mkhitaryan e serve Spinazzola che calcia e trova la rete grazie anche ad una deviazione di de Vrij: per Di Bello dopo il controllo al var è tutto regolare. Come è regolare il gol del vantaggio della Roma al 57’: Mkhitaryan punta la difesa avversaria, dialoga con Dzeko e dopo un rimpallo tra il bosniaco e Bastoni scaraventa in rete da pochi passi. Al 74’ Conte cambia: fuori Lautaro, dentro Lukaku. E all’87’ la Roma si fa male da sola: Spinazzola sbaglia tutto e stende Moses in area, Lukaku dagli undici metri non sbaglia e firma il definitivo 2-2.
(ITALPRESS).