La Juve cade a Udine, scudetto rinviato

La Juventus cade a Udine e deve rimandare la festa scudetto. Nel posticipo della 35esima giornata di Serie A la formazione bianconera viene sconfitta dall’Udinese per 2-1 ed è costretta a posticipare l’appuntamento con il nono titolo consecutivo alla prossima partita contro la Sampdoria, in programma domenica sera. Alla rete segnata da De Ligt al 42’, rispondono Nestorovski al 52’ e Fofana nei minuti di recupero con il gol che vale probabilmente la salvezza per i friulani. Primo tempo equilibrato alla Dacia Arena: cinque tiri per gli uomini di Sarri, due per quelli di Gotti e un ‘auto palo’ di Danilo a rischio autogol dopo otto minuti di gioco. La rete del momentaneo vantaggio bianconero è un capolavoro di potenza e tecnica: De Ligt si fionda su una palla vagante sulla trequarti e lascia partire un destro che non lascia scampo a Musso. Ma nella ripresa la reazione dei friulani, a caccia di punti salvezza dopo la vittoria del Lecce sul Brescia, è immediata: Sema crossa dalla sinistra, Nestorovski sfugge al controllo di Alex Sandro e di testa mette in rete. E nei minuti di recupero arriva anche il gol vittoria dell’Udinese che si porta a +7 sul Lecce terzultimo: Fofana guida un contropiede, si presenta davanti a Szczesny e mette in rete.