Covid, in Puglia nuovo piano ospedaliero con 1.255 posti letto in più

BARI (ITALPRESS) – “Il piano sanitario prevede l’incremento di 276 posti letto di terapia intensiva, la riconversione di 285 posti letto di area medica di terapia semi-intensiva. Verranno inoltre separati i percorsi nei Pronto soccorso per isolare i pazienti in attesa dell’esito dei test, così come verranno implementati i mezzi di trasporto per i trasferimenti dei pazienti Covid-19 e per le dimissioni protette”. Questi i numeri del nuovo piano ospedaliero anti Covid per la Regione Puglia presentato dal direttore del Dipartimento di Promozione della salute pugliese, Vito Montanaro. “Il totale finanziamento in favore del sistema sanitario, assegnate dal decreto Rilancio, sarà di quasi 100 milioni di euro complessivi”. Per il presidente della Regione, Michele Emiliano, sarà dunque necessario sfruttare questo cambiamento per gestire “a regime una pandemia. Potenzieremo la rete ospedaliera per 1255 posti letto in più e passando da 304 a 580 posti letto in terapia intensiva. Sembrava utopia proporre una cosa del genere prima della pandemia ma il Governo si è convinto”, ha rimarcato durante la presentazione del piano sanitario anti coronavirus della Regione Puglia. “Finalmente dal ministero hanno smesso di guardare solo i numeri. Si devono fidare di noi perchè abbiamo gestito questa emergenza Covid con assoluta padronanza dando forza a un modello che presentiamo oggi – ha sottolineato Emiliano -. Ci sarà dunque una riorganizzazione dei percorsi di emergenza/urgenza, rafforzeremo tutti gli ospedali di base, come ad esempio quelli di Casarano, dove le terapie intensive passeranno da 4 a 8, e Monopoli che diventeranno ospedali di primo livello assicurando un presidio importante. Noi in Puglia abbiamo contenuto i pasticci”.
(ITALPRESS).