GP 70° Anniversario, Isola “Ampia varietà di strategie per la gara”

Il compito chiave delle squadre durante le prove libere è stato quello di comprendere la mescola soft C4, mai utilizzata a Silverstone, e di valutarne le caratteristiche in queste condizioni calde su una pista molto impegnativa. La temperatura ambiente ha raggiunto il picco con 34 gradi centigradi all’ora di pranzo, mentre quella asfalto ha toccato i 48 gradi nel pomeriggio. Questo ha rappresentato una grande sfida per i pneumatici, soprattutto per l’anteriore sinistra. I Team hanno potuto capitalizzare il lavoro fatto lo scorso weekend a Silverstone in termini di set-up e concentrarsi quindi sulle prestazioni. Utilizzando la mescola più soft C4, il tempo più veloce nelle FP2 è stato di 1,6 secondi più veloce rispetto a quello fatto registrare la scorsa settimana a conclusione delle prove libere. Tutte e tre le mescole nominate sono state utilizzate durante le prove libere ma i team si sono concentrati sulla hard e sulla medium all’inizio delle FP2 per raccogliere informazioni che saranno molto importanti per stabilire la strategia di gara.

“Con mescole più morbide di uno step rispetto allo scorso fine settimana e una pista notoriamente impegnativa per i pneumatici, le squadre sono state sicuramente molto impegnate a fare prove e verifiche nelle prove libere, anche se hanno girato su questa pista meno di una settimana fa. Con due soste che probabilmente saranno la norma domenica, si prospetta un’ampia varietà di strategie per la gara” spiega Mario Isola, responsabile F.1 di Pirelli. “Come previsto, in particolare sulla mescola più morbida, abbiamo rilevato del blistering, ma abbiamo registrato anche una velocità molto sostenuta sul giro che probabilmente porterà a stabilire un nuovo record della pista questo fine settimana. Senza dubbio la soft non sarà il pneumatico preferito per la gara, quindi la sfida è quella di ottenere il massimo da questa mescola come parte di una strategia complessiva per il fine settimana del Gran Premio, che inizierà proprio con le decisioni prese durante le qualifiche di domani. Le informazioni ottenute oggi saranno una parte importante di questo processo decisionale” conclude Isola.
(ITALPRESS).