150 Anni del Frejus, il traforo di Ferragosto che unì Italia e Francia

“Senza Ferragosto del 1857 l’Italia sarebbe più lontana dal resto d’Europa: il 15 agosto di 163 anni fa il Parlamento subalpino approvò il progetto definitivo del traforo del Frejus, di cui quest’anno ricorre il 150° anniversario della fine dei lavori”. A questa data storica è dedicato l’incontro a ingresso libero con prenotazione obbligatoria (info.bardonecchia@turismotorino.org) curato dal giornalista Filippo Poletti in programma venerdì 14 agosto alle ore 18 al Palazzo delle feste di Bardonecchia: inserito nella rassegna estiva “Scena 1312”, l’evento è dedicato alla storia del paese più a ovest d’Italia. “La nascita del traforo del Frejus – spiega Poletti, classe 1970, autore del libro sulla comunicazione interna aziendale “Tempo di IoP: Intranet of People” – è legata al mese di agosto: il 28 agosto 1839 l’imprenditore bardonecchiese Francesco Medail lanciò l’idea della galleria tra Bardonecchia e Modane; il 15 agosto 1857 il Parlamento subalpino approvò il progetto definitivo del Frejus; il 31 agosto 1857 Vittorio Emanuele II di Savoia inaugurò i lavori, completati successivamente il 25 dicembre 1870 con l’abbattimento dell’ultimo diaframma”.

Ripercorrendo i grandi eventi storici, si scopre che la “breccia del Frejus” seguì la “breccia di Porta Pia”, avvenuta il 20 settembre 1870, e la “breccia del canale di Suez”, terminato nel 1869. Non fu un caso che all’inaugurazione ufficiale del Frejus, avvenuta il 17 settembre 1871, fu invitato a partecipare Ferdinand de Lesseps, direttore dei lavori del canale di Suez. “A completamento dell’opera questa infrastruttura – conclude Poletti – catapultò il Piemonte in Europa, collegandolo alla Francia tramite la ferrovia. Spaziando dal Piemonte alla Francia, la vista dall’alto di Bardonecchia, dalla punta del monte Ban, restituisce una visione a 360 gradi della storia, di cui questo paese, tanto amato da scrittori come Primo Levi e Mario Soldati, è stato un protagonista assoluto con il traforo del Frejus”.

(ITALPRESS).