Noto nella morsa del fuoco, caccia al piromane

È stato un pomeriggio di fuoco e paura quello vissuto oggi a Noto. Nelle campagne di San Corrado Fuori le Mura, frazione del comune del Siracusano, un incendio di vaste dimensioni è divampato attorno all’ora di pranzo, appiccato in almeno tre punti. Agevolato dal vento caldo e dalle temperature superiori ai 35 gradi, il rogo ha raggiunto la sede stradale della statale 287, minacciando alcune abitazioni. Molta gente impaurita ha abbandonato le case; altre famiglie sono state evacuate da vigili del fuoco e carabinieri.
Incessanti getti d’acqua degli elicotteri del Corpo forestale e dei vigili del fuoco e, successivamente, dei Canadair, hanno permesso di domare le fiamme, presenti comunque fino alle prime luci della sera anche in altre zone della capitale del barocco, dove continua a piovere cenere.
Una persona, intossicata, è stata portata via in ambulanza. Immediate sono scattate le indagini dei carabinieri che si concentrano su un Suv grigio, a bordo del quale avrebbe viaggiato il piromane (che potrebbe aver agito non da solo) e che secondo alcuni testimoni avrebbe appiccato il fuoco in diversi punti. “Spero si possa assicurare alla giustizia il criminale delinquente che ha messo a repentaglio le nostre famiglie, le nostre case e il territorio”, ha detto il sindaco di Noto, Corrado Bonfanti.
Negli ultimi giorni la zona è stata martoriata dagli incendi, con oltre 100 ettari di macchia mediterranea in fiamme. Da questa mattina si erano alzati in volo i droni del Gruppo Piloti Sapr Avcn di Noto a supporto delle attività di controllo e prevenzione degli incendi boschivi del Corpo forestale netino.
(ITALPRESS).