Gallinari e Paul tengono in corsa i Thunder

I Thunder non hanno ancora alcuna intenzione di tornare a casa. Trascinata da Chris Paul, ex col dente avvelenato, e Danilo Gallinari, Oklahoma City supera 104-100 Houston e porta la serie a gara 7. Straordinario Paul che, con i suoi a -6 a 3’40” dalla fine, si prende la squadra sulle spalle e sigla 8 degli ultimi 12 punti dei Thunder, compresi i due liberi che suggellano la vittoria a 13″1 dalla sirena: il 35enne play uscito da Wake Forest chiude alla fine con 28 punti e zero palle perse. Ma sul successo di OKC c’è anche la firma del Gallo: per il lungo di Sant’Angelo Lodigiano arrivano 25 punti (5/8 da due, 4/9 da tre e 3/3 ai liberi), 5 rimbalzi, un assist e due palle recuperate in 28 minuti. Nei Rockets male il rientrante Westbrook (17 punti ma due palle sanguinose perse nel finale) mentre James Harden è l’unico a salvarsi con 32 punti.
A Est è intanto scattata anche l’altra semifinale e gara 1 riserva già una sorpresa, con Miami che supera Milwaukee 115-104. Protagonista assoluto Jimmy Butler, alla sua miglior prestazione di sempre nei play-off (40 punti di cui 14 nell’ultimo quarto) e che trova in Goran Dragic (27 punti) un ottimo secondo violino. Gli Heat, che in regular season avevano già battuto i Bucks tre volte su quattro, trovano anche un Adebayo da 12 punti e 17 rimbalzi. Sotto i suoi standard Giannis Antetokounmpo: 18 punti, 10 rimbalzi e 9 assist per il greco che però vive una serataccia dalla lunetta (4/12). Provano a rimediare Middleton (28 punti) e Lopez (24 punti) ma, come nella serie con Orlando, Milwaukee cede il primo round.
(ITALPRESS).