Alarm Phone accusa Malta “27 migranti abbandonati”

Il governo maltese è accusato dall’organizzazione umanitaria Alarm Phone di non aver salvato 27 migranti e di averli tenuti come “prigionieri” per quattro settimane a bordo del mercantile danese “Etienne”.
L’ONG aveva chiesto di “fornire tutto il necessario per garantire uno sbarco rapido e sicuro delle 27 persone”, ma le forze armate di Malta non sarebbero intervenute. Nessun commento ufficiale dall’Ufficio del Primo Ministro maltese e dal ministero dell’Interno. I migranti si trovano a quasi 16 miglia nautiche nel sud di Malta, al di fuori delle acque territoriali maltesi ma nella zono di ricerca e salvataggio maltese.
Su Twitter, Alarm Phone ha affermato che Malta ha violato il diritto alla libertà e all’asilo di questo gruppo di migranti, che erano stati tratti in salvo dal mercantile danese il 5 agosto scorso. Secondo quanto riporta la stampa locale, i migranti hanno minacciato di gettarsi in mare. 29 euro-parlamentari di tre gruppi politici hanno chiesto alle autorità maltesi di consentire al mercantile l’approdo.
(ITALPRESS/MNA).