GP Italia, Isola “Probabile strategia a una sola sosta”

Tutti i piloti nella top 10 delle qualifiche partiranno su pneumatici Red soft. La strategia più veloce per i 53 giri del Gran Premio d’Italia – secondo Pirelli – è quella a una sosta, partendo su soft e passando sulla Yellow medium dopo 24 giri (o anche viceversa). La seconda più veloce è ancora a una sosta, ma questa volta utilizzando soft per 22 giri e poi White hard per 31 giri. Molto vicina a queste due – ma con il grande vantaggio di fornire una finestra più ampia per il pit stop – è la strategia che coinvolge la medium per 26 giri e la hard per 27 giri. Come sempre, anche in questo caso sono valide le permutazioni. Una strategia a due soste è decisamente più lenta, ma nel caso la migliore prevederebbe due stint di 16 giri sulla soft e uno stint di 21 giri sulla medium, possibilmente utilizzando la medium nello stint centrale.
“Tutto è andato molto bene per quanto riguarda i pneumatici. Domani dovremmo assistere ad una gara ad una sola sosta, ma ci sono diverse possibilità ad una sosta che possono essere realizzate, quindi sono possibili diverse strategie” afferma Mario Isola, responsabile F.1 di Pirelli. “I primi 10 piloti in griglia domani partiranno tutti con pneumatico soft, livellando un pò il campo di gioco, quindi sarà interessante vedere quanti piloti dalla P11 in giù decideranno di provare qualcosa di diverso partendo con la medium o con la hard per quella che dovrebbe essere una gara calda. Mercedes è stata l’unica squadra a utilizzare la medium nelle qualifiche dove, fatta questa eccezione, è stata sempre utilizzata solo la soft” analizza. “Le mescole più dure sono comunque destinate a svolgere un ruolo importante in gara. Anche questo fine settimana abbiamo visto un altro record della pista ampiamente infranto, ma in questo caso è particolarmente significativo poichè parliamo del circuito più veloce di tutti e della nostra gara di casa”.
(ITALPRESS).